Cronaca

Minacce di morte a firma dell'Isis via Whatsapp: lo scherzo finisce in procura

Ha mandato delle minacce di morte a una donna, firmandoli a nome dell’Isis, il califfato nero che sta seminando il terrore in Europa e in Medioriente. Guai in vista per una persona residente nella provincia di Brindisi. Gli inquietanti messaggi erano stati inviati tramite il social network Whatsapp a una 56enne residente a Modena

MODENA – Ha mandato delle minacce di morte a una donna, firmandoli a nome dell’Isis, il califfato nero che sta seminando il terrore in Europa e in Medioriente. Guai in vista per una persona residente nella provincia di Brindisi. Gli inquietanti messaggi erano stati inviati tramite il social network Whatsapp a una 56enne residente a Modena.

Le minacce erano rivolte alla malcapitata e alla sua famiglia. La donna, considerato il clima di tensione instauratosi anche in Italia dopo gli attentati di Parigi, è andata a sporgere denuncia presso il distaccamento di polizia stradale di via Giardini. Gli agenti sono risaliti nel giro di poche ore al mittente.

Questi, contattato alle forze dell’ordine, ha spiegato che si trattava di un grosso equivoco. A suo dire, infatti, il destinatario di quelle minacce era un amico di cui il brindisino voleva prendersi gioco, ma il numero di telefono della vittima designata è stato digitato in maniera errata. La querela ad ogni modo è stata depositata. Adesso spetterà alla modenese decidere se procedere o ritirarla. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce di morte a firma dell'Isis via Whatsapp: lo scherzo finisce in procura

BrindisiReport è in caricamento