rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca San Pietro Vernotico

Minaccia con un kalashnikov alcuni ragazzi: arresto lampo dei carabinieri

Un 25enne di San Pietro Vernotico è stato condotto nel carcere di Brindisi. Deve rispondere di porto e detenzione di arma da guerra

SAN PIETRO VERNOTICO - Arresto lampo dei carabinieri: nella notte tra il 28 e il 29 aprile alcuni ragazzi sono stati minacciati da un giovane armato di un fucile d'assalto. Nel giro di poche ore i militari della stazione di San Pietro Vernotico, in sinergia con i colleghi della compagnia di Brindisi, hanno arrestato un 25enne per porto e detenzione di arma da guerra. Antonio De Michele, questo il nome del giovane, è stato condotto nel carcere di Brindisi. E' assistito dall'avvocato Francesco Cascione.

Tutto è nato la notte scorsa all'esterno di un locale, sito tra le vie del centro storico di San Pietro Vernotico, dove una persona armata ha inseguito due giovani. La vicenda è passata subito all'esame dei carabinieri della locale stazione intervenuti poco dopo sul posto. E' accaduto attorno all'una della notte tra ieri e oggi, sabato 29 aprile. In mano agli investigatori c'era la testimonianza di chi ha assistito alla scena: come già accennato, una persona sarebbe stata vista inseguire per strada altre due persone brandendo un'arma simile a un fucile tipo kalashnikov, indossava una felpa, aveva la barba ed era di corporatura robusta. 

La scena ha provocato un fuggi fuggi generale, immediata la segnalazione al 112. Un aiuto per la ricostruzione della vicenda è giunto dalle telecamere installate nella zona e dalle stesse di cui è dotato il locale collegate con un istituto di vigilanza. I carabinieri si sono messi al lavoro, sotto la guida della Procura di Brindisi, escludendo subito il tentativo di rapina. Da quanto si è appreso, inoltre, i titolari del locale non si sarebbero accorti di nulla, essendo stati impegnati dietro al balcone. Alcuni hanno raccontato di una lite.

I carabinieri, dopo aver ascoltato le testimonianze e aver visionato le immagini riprese dalle telecamere, hanno identificato in Antonio De Michele il presunto autore del gesto. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire l'arma che sarebbe stata utilizzata dal 25enne la notte scorsa nel centro del paese. L'arma, perfettamente funzionante, è stata sottoposta a sequestro, insieme al caricatore e alle cartucce, mentre l'arrestato è stato condotto nella casa circondariale di Brindisi.

Articolo aggiornato alle 20:20 (arresto del presunto autore del gesto)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia con un kalashnikov alcuni ragazzi: arresto lampo dei carabinieri

BrindisiReport è in caricamento