menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia cliente di un bar con un fucile: arrestato grazie alle telecamere

Stava per fare irruzione in pieno giorno all'interno di un bar situato in corso Garibaldi, nel centro di Francavilla Fontana, minacciando con una doppietta modificata un cliente con cui poco prima aveva avuto un alterco

FRANCAVILLA FONTANA – Stava per fare irruzione in pieno giorno all’interno di un bar situato in corso Garibaldi, nel centro di Francavilla Fontana, minacciando con una doppietta modificata un cliente con cui poco prima aveva avuto un alterco. Ma le telecamere dell’attività commerciale non gli hanno dato scampo. I carabinieri della locale compagnia al comando del capitano Nicola Maggio ci hanno impiegato pochi minuti per risalire al francavillese Giuseppe Dei Santi, 54 anni, e arrestarlo.

I fatti si sono verificati nella mattinata di ieri (6 febbraio). Numerosi passanti hanno contattato allarmati i carabinieri attraverso il 112, quando hanno visto un individuo che imbracciava un fucile con canne e calcio tagliato, manifestano un atteggiamento ostile nei confronti del malcapitato avventore. E’ durato tutto pochi secondi. Perché a un certo punto il malfattore si è allontanato dal bar dileguandosi a piedi. Giuseppe Dei Santi-2

Sul posto si è subito recata una pattuglia del Norm al comando del tenente Roberto Rampino, supportata dai colleghi della stazione coordinati dal maresciallo Giuseppe De Mitri. I militari, grazie alle immagini dell’impianto di videosorveglianza, hanno potuto ricostruire un identikit preciso dell’uomo, diramando una nota di ricerca a tutti gli equipaggi in servizio. Dopo poco, Dei Santi è stato fermato mentre percorreva a piedi una delle strade del centro.

Lo stesso Dei Santi poi poi ha condotto verso il luogo in cui aveva nascosto il fucile calibro 16, non lontano dal bar. Nel corso di una perquisizione presso l’abitazione del 54enne sono state trovate anche 16 cartucce dello stesso calibro.

Ma cosa ha scatenato il comportamento folle dell’uomo? Da quanto appurato dalle forze dell’ordine, sarebbero state questioni di poco conto ad accendere la sua ira, sfociata in un gesto che poteva avere gravi conseguenze. Dei Santi, una volta espletate le formalità di rito, è stato accompagnato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, con l’accusa di detenzione e porto illegale di arma alterata e minaccia grave. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento