rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Mesagne

Minaccia la moglie e sperona l'Arma

CORIGLIANO CALABRO (COSENZA) - Avrebbe minacciato la moglie e quando i carabinieri sono intervenuti ha opposto resistenza allontanandosi dopo aver speronato con la sua auto quella dei militari, ma è stato arrestato successivamente a Corigliano Calabro. Il sorvegliato speciale Raffaele Renna finisce nuovamente in manette, dopo quelle scattate il 28 dicembre dello scorso anno - le ultime in ordine cronologico - nell’ambito dell’operazione Last Minute, condotta dalla Squadra mobile di Brindisi con 28 arresti in seguito alle dichiarazioni del pentito Ercole Penna.

CORIGLIANO CALABRO - Avrebbe minacciato la moglie e quando i carabinieri sono intervenuti ha opposto resistenza allontanandosi dopo aver speronato con la sua auto quella dei militari, ma è stato arrestato successivamente a Corigliano Calabro. Il sorvegliato speciale Raffaele Renna finisce nuovamente in manette, dopo quelle scattate il 28 dicembre dello scorso anno - le ultime in ordine cronologico - nell'ambito dell'operazione Last Minute, condotta dalla Squadra mobile di Brindisi con 28 arresti in seguito alle dichiarazioni del pentito Ercole Penna.

Trentadue anni, di San Pietro Vernotico, esponente di spicco della Sacra corona unita. Renna, dopo l'allontanamento della moglie da casa, l'ha raggiunta a Sellia Marina (Catanzaro), dove si era rifugiata a casa di amici, e l'ha minacciata. Renna ha poi inveito contro i carabinieri che nel frattempo erano giunti sul posto, avvertiti da un passante, ed ha danneggiato l'automobile dei militari speronandola con la propria vettura. Quindi la fuga lungo la statale 106 jonica per fare rientro in Puglia.

La fuga di Renna si è conclusa a Corigliano Calabro dove è stato bloccato in un'area di servizio dai carabinieri della locale compagnia, avvertiti dai loro colleghi di Sellia Marina. Renna è stato arrestato con l'accusa di inosservanza degli obblighi della sorveglianza speciale, che ha violato perchè non poteva allontanarsi da San Pietro Vernotico, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. I militari hanno anche denunciato in stato di libertà una persona che si trovava insieme con Renna, D.V., di 31 anni, anch'egli vicino alla Sacra corona unita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia la moglie e sperona l'Arma

BrindisiReport è in caricamento