rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Misterioso ferimento, uomo in coma

SAN PANCRAZIO – Giallo a San Pancrazio Salentino: un uomo di 47 anni, Angelo Raffaele Taurino, ex metalmeccanico, poche ore fa è rimasto ferito da un colpo di pistola alla gola mentre era nella sua abitazione in via Rossini a San Pancrazio dove vive da solo. Ora è ricoverato in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione dell'ospedale Perrino di Brindisi.

SAN PANCRAZIO ? Giallo a San Pancrazio Salentino: un uomo di 47 anni, Angelo Raffaele Taurino, ex metalmeccanico, poche ore fa è rimasto ferito da un colpo di pistola alla gola mentre era nella sua abitazione in via Rossini a San Pancrazio dove vive da solo. Ora è ricoverato in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione dell'ospedale Perrino di Brindisi.

Sulla vicenda in queste ore stanno indagando i carabinieri della locale stazione unitamente ai colleghi del Nucleo operativo radiomobile di Francavilla Fontana. Impegnati nelle indagini anche i carabinieri del Reparto Investigazioni Scientifiche che si sono recati in ospedale per sottoporre il ferito alle prove stub. Le gravi condizioni in cui versa l'ex metalmeccanico, però, non permettono agli uomini della scientifica di procedere con questo genere di test.

Inizialmente si riteneva che Taurino abbia tentato di togliersi la vita (il colpo, dai primissimi accertamenti, pare fosse compatibile con un tentativo di suicidio) durante le investigazioni, però, si è delineata l'ipotesi di un tragico incidente ma non si esclude che possano esserci ulteriori risvolti.

Sembrerebbe, secondo una ricostruzione attendibile che il 47enne, già appassionato di armi e forse anche collezionista (la licenza gli era stata revocata pochi mesi fa e sul suo capo pende una denuncia per porto abusivo di armi),  che a sparare sia stata una pistola che egli stesso stava costruendo artigianalmente. Forse è partito un colpo inaspettato.

Questo almeno è quello che è stato ipotizzato fino a questo momento. Sarebbe stato lo stesso Taurino a chiamare il 118 (erano circa le 20) ma avrebbe fatto in tempo solo a spiegare dove si trovava e che cosa gli era successo prima di perdere conoscenza. Il proiettile è entrato dalla gola e uscito dal cranio. Raffaele Angelo Taurino è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Perrino di Brindisi mentre del fatto sono stati informati i carabinieri che si sono subito recati nell'abitazione del ferito.

La pistola da cui era partito il colpo inizialmente però non è stata trovata in casa. In mano ai carabinieri c'erano solo i precedenti riguardo alla passione per le armi del ferito. I militari hanno dovuto frugare in tutta la casa prima di trovarla e di scoprire che si trattava di una pistola ?artigianale?. Sul come e sul dove è stata trovata l?arma, però, gli investigatori al momento mantengono lo stretto riserbo. Le indagini sono ancora in corso e non si esclude che nella vicenda siano coinvolte altre persone.

Non è chiaro, infatti, come abbia avuto il tempo Raffaele Angelo Taurino, con una grave ferita trapassante alla testa, a chiamare il 118 e a nascondere la pistola. Punti questi che saranno chiariti attraverso ulteriori indagini. Al momento le condizioni del 47enne sono disperate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Misterioso ferimento, uomo in coma

BrindisiReport è in caricamento