rotate-mobile
Cronaca

Mistero sull'erbetta dello stadio "Fanuzzi": spuntano chiazze "spelacchiate"

BRINDISI – A poche ore dall’esordio casalingo del Brindisi 1912 nel campionato di serie C/2 contro l’Avellino, spunta il misterioso caso delle “chiazze spelacchiate” sul terreno di gioco dello stadio “Fanuzzi”. In alcune zone del campo, infatti, l’erba è improvvisamente sparita. Nulla di irreparabile, beninteso, e soprattutto nulla che possa impedire lo svolgimento del match di domenica, ma resta comunque il mistero su ciò che possa essere accaduto.

BRINDISI - A poche ore dall'esordio casalingo del Brindisi 1912 nel campionato di serie C/2 contro l'Avellino, spunta il misterioso caso delle "chiazze spelacchiate" sul terreno di gioco dello stadio "Fanuzzi". In alcune zone del campo, infatti, l'erba è improvvisamente sparita. Nulla di irreparabile, beninteso, e soprattutto nulla che possa impedire lo svolgimento del match di domenica, ma resta comunque il mistero su ciò che possa essere accaduto.

Inizialmente, si era pensato ad un atto vandalico. Si temeva insomma che nella notte tra mercoledì e giovedì, qualcuno si fosse introdotto nell'impianto di via Benedetto Brin per poi gettare sul campo bottiglie di acido. Ma, sin da subito, è parso evidente che questa tesi fosse debole, anche perché non risultavano segni di effrazione all'ingresso dello stadio.

Immediati sono scattati i sopralluoghi all'interno del "Fanuzzi": questa mattina è giunto sul posto anche l'assessore allo Sport Cosimo De Michele, accompagnato da tecnici del Comune e di Natuna. Da successive verifiche sembra più plausibile l'ipotesi secondo cui l'erbetta soffra di una particolare malattia fungina. Ciò che dovrà essere fatto nei prossimi giorni sarà invece capire se la malattia sia giunta in maniera naturale (dovuta per esempio al caldo o all'umidità), o se alla base possano esserci stati errori nell'attività di manutenzione. Lo stesso assessore De Michele ha chiesto per l'inizio della settimana prossima una specifica relazione tecnica, ed è evidente attendersi che in caso di riscontro di errori da parte della ditta, il Comune possa passare alle richieste risarcitorie.

Non ci saranno comunque problemi per l'incontro di domenica prossima, che vedrà opposto il Brindisi 1912 all'Avellino, per la seconda giornata del campionato di serie C/2. Si giocherà alle 15, e non alle 16: a comunicarlo è stata la stessa società biancoazzurra in un comunicato stampa diffuso oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mistero sull'erbetta dello stadio "Fanuzzi": spuntano chiazze "spelacchiate"

BrindisiReport è in caricamento