menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mobili rubati targati "Mercatone" trovati nella zona industriale

BRINDISI – Un ingente quantitativo di merce Mercatone Uno, per un valore complessivo di 100mila euro, e oggetto di una rapina avvenuta qualche giorno fa a Termoli (Campobasso) è stato trovato nella giornata di oggi dagli agenti della squadra mobile di Brindisi.

BRINDISI - Un ingente quantitativo di merce Mercatone Uno, per un valore complessivo di 100mila euro, e oggetto di una rapina avvenuta qualche giorno fa a Termoli (Campobasso) è stato trovato nella giornata di oggi dagli agenti della squadra mobile di Brindisi.

La storia, ricostruita accuratamente dagli agenti diretti dal capo della Mobile Francesco Barnaba, ha inizio il 23 aprile scorso quando un autotrasportatore di Ostuni, Felice Maldarella, è in viaggio verso la Puglia con il suo veicolo per trasportare merce caricata a Bologna presso le filiali Mercatone Uno di Terlizzi e Modugno (Bari).

All'altezza di Termoli, stando a quanto l'uomo avrebbe raccontato agli inquirenti, dopo essersi fermato ad un casello autostradale per un pisolino, l'uomo sarebbe stato preso di soprassalto da due individui - armati e con il volto scoperto - che dopo averlo legato si sono messi alla guida del camion. L'ostunese è stato fatto scendere qualche chilometro dopo, e solo una volta a terra l'uomo aveva potuto far scattare l'allarme.

Il camion, completamente svuotato, era stato trovato poche ore dopo a Lecce, mentre nella giornata di oggi è stata ritrovata tutta la merce, nascosta in un capannone inutilizzato della zona industriale (un tempo ospitava un'autocarrozzeria). Dei due banditi, invece, ancora nessuna traccia. Ma gli inquirenti, anche alla luce del ritrovamento odierno, ritengono altamente probabile il coinvolgimento di almeno un brindisino nell'intera vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento