rotate-mobile
Cronaca

Molti hanno rispettato il divieto

BRINDISI - L'ordinanza del commissario prefettizio Bruno Pezzuto, che vietava i botti nelle giornate del 31 dicembre e dell'1 gennaio, non è stata totalmente rispettata dai brindisini. Dopo la mezzanotte, in molti hanno fatto come sempre. Ma il fenomeno è stato sensibilmente ridimensionato dal timore delle multe e anche da libere scelte di cittadini giudiziosi. "Non sono mancati (e non poteva che essere così) i tradizionali botti che, però, sono stati limitati ai pochi minuti dopo la mezzanotte e quindi in forte calo quantitativo rispetto agli ultimi tre - cinque anni allorquando interessavano molte ore prima e per oltre mezz’ora dopo la mezzanotte", dice il comandante della polizia urbana di Brindisi, Teodoro Nigro.

BRINDISI - L'ordinanza del commissario prefettizio Bruno Pezzuto, che vietava i botti nelle giornate del 31 dicembre e dell'1 gennaio, non è stata totalmente rispettata dai brindisini. Dopo la mezzanotte, in molti hanno fatto come sempre. Ma il fenomeno è stato sensibilmente ridimensionato dal timore delle multe e anche da libere scelte di cittadini giudiziosi. "Non sono mancati (e non poteva che essere così) i tradizionali botti che, però, sono stati limitati ai pochi minuti dopo la mezzanotte e quindi in forte calo quantitativo rispetto agli ultimi tre - cinque anni allorquando interessavano molte ore prima e per oltre mezz'ora dopo la mezzanotte", dice il comandante della polizia urbana di Brindisi, Teodoro Nigro.

"In riferimento a ciò due i verbali elevati, nel centro storico, ad altrettanti residenti in città per violazione della recente ordinanza del commissario straordinario, posta a tutela della pubblica incolumità in spazi ed aree pubbliche. E' stata evidente, poi, la sensibilità che molti cittadini hanno mostrato nel giungere nel centro storico a piedi lasciando la propria auto ben lontana dal luogo dell'evento di ieri sera", prosegue il comandante nel descrivere un trapasso dal 2011 al 2012 tutto sommato tranquillo.

"Senza problemi di sorta il servizio affidato a numerose nostre pattuglie - sottolinea Nigro - iniziato sin dalle ore 18 del 31 e prolungato sino alle ore 4 odierne. Accanto ai vigili, per l'occasione, anche personale della Protezione civile comunale . In linea con le aspettative, lo spettacolo in piazza dopo la mezzanotte ha visto una buona presenza di gente, come del resto nelle altre città pugliesi, e a Brindisi abbiamo avuto anche una apprezzabile la presenza di visitatori a palazzo Nervegna". Qualcuno ha fatto il furbo, ma gli è andata male: "Solo alcuni disagi dovuti ad auto in sosta davanti a passi carrabili Ma ci ha pensato il carroi attrezzi duislocato in centro sino a tarda ora a risolvere il problema", conclude il comandante dei vigili urbani di Brindisi.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molti hanno rispettato il divieto

BrindisiReport è in caricamento