Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Monumento al Marinaio ancora senza gestore, al vaglio alcune proposte

"Ci interessava principalmente la riapertura, per quanto riguarda l'affidamento esterno dobbiamo ancora esaminare le proposte che sono arrivate. Una cosa è certa: il Monumento al Marinaio è un bene della città che si inserisce in un importante patrimonio artistico, storico, culturale e per questo, come ho già detto più volte, è giusto che sia fruibile gratuitamente e non a pagamento"

BRINDISI - “Ci interessava principalmente la riapertura, per quanto riguarda l’affidamento esterno dobbiamo ancora esaminare le proposte che sono arrivate. Una cosa è certa: il Monumento al Marinaio è un bene della città che si inserisce in un importante patrimonio artistico, storico, culturale e per questo, come ho già detto più volte, è giusto che sia fruibile gratuitamente e non a pagamento”.

Queste le parole con le quali, l’assessore all’Urbanistica Pasquale Luperti, si pronuncia in merito alla gestione del timone realizzato sulla banchina del rione Casale. La struttura, sottoposta nei mesi scorsi ad un primo e urgente intervento di ristrutturazione, costato all’ente municipale 45mila euro, nel quale si è provveduto al rifacimento delle ringhiere non stabili e arrugginite, al ripristino dell’impianto elettrico, oltre che all’installazione del sistema di videosorveglianza e non solo, oggi, è totalmente tornata a disposizione di cittadini e turisti che ne stanno ammirando la bellezza. Ciò, dopo essere stata chiusa per diverso tempo, quasi un anno, a seguito del passaggio di gestione dalla Marina Militare al Comune di Brindisi (annunciato il 18 luglio 2014, ma formalizzato in un secondo momento, esattamente nel settembre dello stesso anno, ndr).

Ma questo, vale la pena precisare, non c’entra con la gestione del Monumento per la quale pare sia ancora tutto in alto mare. Secondo quanto appreso, infatti, essa al momento, in attesa che le candidature di Lega Navale e Pro Loco giunte a Palazzo di Città nei giorni scorsi, vengano discusse ed esaminate, è affidata al personale della Multiservizi, lo stesso che, fino a poco tempo fa, si occupava della guardiania della Casa del Turista, la quale, prima dello sfratto comunicato dal sindaco Mimmo Consales, ospitava gratuitamente le due mostre del Club Unesco di Brindisi, una dedicata al giocattoli e l’altra ai presepi.

“La situazione è questa – dice ancora Luperti – e non c’è alcuna fretta di procedere con un affidamento di gestione esterno che, comunque, potrà avvenire non appena in giunta discuteremo sull’argomento. Anche perché ci tengo a precisare che chiunque si occuperà della gestione dovrà farlo sapendo che l’accesso al Monumento al Marinaio per cittadini e turisti dovrà essere esclusivamente gratuito. Si potrà parlare magari di una programmazione innovativa della struttura, sia per quanto riguarda le visite, sia per tutta una serie di altre attività, ma non prendere in considerazione l’ingresso a pagamento. Questo è  un bene che abbiamo restituito alla città e lo abbiamo fatto principalmente per un senso di appartenenza verso di essa, lo stesso che credo debba esserci in ognuno di noi, specie nei rappresentanti di gruppi, associazioni, organizzazioni che magari il più delle volte si trovano a collaborare con l’amministrazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monumento al Marinaio ancora senza gestore, al vaglio alcune proposte

BrindisiReport è in caricamento