menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La terribile scena dell'incidente (ph Antimo Altavilla)

La terribile scena dell'incidente (ph Antimo Altavilla)

Morte cerebrale per Valentina

FRANCAVILLA FONTANA – Dichiarata la morte cerebrale per Valentina Zaccaria, la 8enne rimasta coinvolta nel tragico incidente stradale che si verificò il 28 novembre scorso sulla strada provinciale che collega Francavilla Fontana a Ceglie Messapica, dove persero la vita sul colpo la sua mamma Maria Giovanna Di Giuseppe di 36 anni, la sua compagna di banco Marisabel Di Castri, la mamma di quest'ultima Anita Capobianco di 42 anni e un 59enne di Ceglie, Gianfranco Rogol

FRANCAVILLA FONTANA - Dichiarata la morte cerebrale per Valentina Zaccaria, la 8enne rimasta coinvolta nel tragico incidente stradale che si verificò il 28 novembre scorso sulla strada provinciale che collega Francavilla Fontana a Ceglie Messapica, dove persero la vita sul colpo la sua mamma Maria Giovanna Di Giuseppe di 36 anni, la sua compagna di banco Marisabel Di Castri, la mamma di quest'ultima Anita Capobianco di 42 anni e un 59enne di Ceglie, Gianfranco Rogoli.

Alle 19 di questa sera i medici del reparto di rianimazione dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove la giovane è ricoverata dal giorno dell'incidente, hanno staccato dalla paziente i macchinari che permettevano alla ragazza di respirare. Ora come da prassi si dovranno attendere le sei ore "di osservazione". Valentina verrà monitorata dal personale medico e, dovesse, in questo lasso di tempo, manifestare segni di vita, verrà nuovamente attaccata alle macchine.

Se di questo si può parlare, ancora appesa a un filo di speranza, quindi, la sorte della giovane studentessa della sede distaccata dell'istituto Morvillo Falcone di Ceglie Messapica, che martedì 28 novembre tornava a casa insieme alla sua mamma e alle amiche di famiglia durante una bufera che si stava abbattendo sul Brindisino. L'auto su cui viaggiavano le quattro donne, una Fiat Punto di colore grigio, all'altezza di contrada Bax, su un rettilineo circondato da un muretto a secco si è scontrata frontalmente contro una Citroen C3, condotta dal 59enne cegliese Gianfranco Rogoli. In quattro persero la vita sul colpo.

In seguito al violento impatto le due auto si ridussero a un groviglio di lamiere e i corpi delle vittime rimasero incastrati negli abitacoli distrutti. Valentina Zaccaria era l'unica superstite, anche se in condizioni disperate. Fu trasportata d'urgenza all'ospedale Perrino di Brindisi con un "politrauma della strada", in serata fu trasferita al Vito Fazzi di Lecce nel reparto di rianimazione. Valentina non si è mai ripresa da un gravissima trauma cranico, non avrebbe mai dato segni vitali al punto da far sperare in una ripresa. Alle 19 di oggi il culmine del dramma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento