Cronaca Cellino San Marco

Coordinatore di Protezione civile muore di infarto: paese in lutto

Mimino Blasi si è spento improvvisamente all'età di 65 anni. Sempre in prima linea in occasione di alluvioni e incendi

CELLINO SAN MARCO – Ha fronteggiato incendi e alluvioni, senza mai lesinare sforzi per le persone in difficoltà. La Comunità di Cellino San Marco è attonita per l’improvvisa scomparsa di Mimino Blasi, coordinatore del Gruppo comunale di Protezione civile, morto all’età di 65 anni a causa di un infarto fulminante che lo ha colpito nella tarda serata di sabato (25 luglio).

Blasi ha servito l’esercito come formatore per la specializzazione in Nbc (Nucleare biologico chimico), inerenti i sistemi di difesa in caso di questa tipologia di attacco. Negli anni di militanza frale file della Protezione Civile, ha trascorso giornate intere insieme ai suoi colleghi, nella gestione di emergenze scaturite da calamità naturali. Nel pieno della pandemia ha coordinato gli interventi a supporto delle famiglie indigenti. Giovedì scorso ha preso parte alle operazioni di spegnimento del vasto incendio che ha investito il bosco di Santa Teresa, riserva naturale situata nelle campagna di Tuturano. La sede della Protezione civile, nel cuore di Cellino, era di fatto la sua seconda casa.

Mimino Blasi 2-2

Il responsabile del Gruppo comunale, Franco Menga, ricorda il so amico come un “generoso che si è sempre dedicato al proprio compito di coordinatore di Protezione civile con abnegazione e professionalità” “Il sindaco, i colleghi e tutta la cittadinanza piangono un uomo unico per spirito di pura solidarietà”. Blasi lascia una moglie e due figlie. La camera ardente, allestita nella sede comunale di Protezione civile, è subito diventata meta di un mesto via vai di persone. Oggi, alle ore 16.30, presso la chiesa dei santi Marco e Caterina, si svolgeranno i funerali. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coordinatore di Protezione civile muore di infarto: paese in lutto

BrindisiReport è in caricamento