Cronaca Mesagne

Ferito in un casolare a colpi d'ascia: muore dopo un mese di agonia

E' morto domenica nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Perrino di Brindisi il 49enne Ilie Doroftei, originario della Romania, ferito la sera del 21 dicembre in un edificio nelle campagne di Mesagne. Un connazionale venne arrestato per l'aggressione

MESAGNE – Si è spento dopo un mese di agonia il cittadino rumeno di 49 anni, Ilie Doroftei, che la sera del 21 dicembre 2016 venne ferito con un ascia in un casolare che si trova sulla strada provinciale per San Pietro Vernotico, dove la vittima viveva insieme ad altri connazionali. Il presunto aggressore,  il connazionale Nicolae Alexandru, 40 anni, venne arrestato dai poliziotti del commissariato di Mesagne poche ore dopo i fatti.

Il 49enne è morto nella serata di domenica (22 gennaio) presso il reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino di Brindisi. Da quanto appurato dalle forze dell’ordine, Doroftei e Alexandru erano riuniti con altri connazionali all’interno del casolare, in uso ad alcuni di loro. Dopo aver bevuto, Alexandru, senza nessun motivo apparente, si sarebbe scagliato contro il connazionale, accanendosi contro lo stesso con calci e pugni, utilizzando anche un’ascia e non desistendo neppure dinanzi al malcapitato riverso, inerme, a terra.

La vittima riportò un trauma cranico e numerose fratture; le sue condizioni, apparse subito molto gravi, si aggravarono nell’arco dei giorni successivi, fino al drammatico epilogo di ieri. Alexandru, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, venne condotto in carcere con l’accusa di tentato omicidio. La sua posizione, ora, si è aggravata.L'incarico per l'esame autoptico verrà conferito nelle prossime ore al medico legale Antonio Carusi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferito in un casolare a colpi d'ascia: muore dopo un mese di agonia

BrindisiReport è in caricamento