rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Morvillo e Giorgi, 50 studenti da Monti

BRINDISI – Partiranno giovedì 13 settembre da Brindisi, accompagnati dai loro docenti, 30 ragazzi dell’Itis Giovanni Giorgi e 20 studenti dell’Ipsss Morvillo Falcone, per Roma. Venerdì 14, incontreranno prima il ministro Andrea Riccardi, e poi il Premier Mario Monti. E’ stato il presidente del Consiglio a chiedere e volere fortemente questo incontro con gli studenti di Brindisi, per augurare loro un buon inizio di anno scolastico, dopo l’attentato del 19 maggio scorso dinanzi l’istituto brindisino che ha scosso un intero Paese e dove perse la vita Melissa Bassi, la studentessa mesagnese di 16 anni.

BRINDISI - Partiranno giovedì 13 settembre da Brindisi, accompagnati dai loro docenti, 30 ragazzi dell'Itis Giovanni Giorgi e 20 studenti dell'Ipsss Morvillo Falcone, per Roma. Venerdì 14, incontreranno prima il ministro Andrea Riccardi, e poi il Premier Mario Monti. E' stato il presidente del Consiglio a chiedere e volere fortemente questo incontro con gli studenti di Brindisi, per augurare loro un buon inizio di anno scolastico, dopo l'attentato del 19 maggio scorso dinanzi l'istituto brindisino che ha scosso un intero Paese e dove perse la vita Melissa Bassi, la studentessa mesagnese di 16 anni.

"Siete stati veri uomini e vere donne". Si rivolse così il ministro italiano con delega alla Gioventù, Andrea Riccardi, agli studenti che lo accolsero il 4 giugno scorso presso l'Aula Magna dell'Istituto tecnico industriale G. Giorgi di Brindisi, dopo l'attentato del 19 maggio, quando l'ordigno azionato a distanza da Giovanni Vantaggiato, che confessò dopo il fermo l'attentato avvenuto alle 7,42 di quel giorno, uccise Melissa Bassi, e ferì altre 8 studentesse e uno studente, alcuni in maniera gravissima. Stamani c'era molta attesa tra i circa 50 studenti che raggiungeranno la Capitale in pullman giovedì , per incontrare poi il giorno successivo, nuovamente il ministro Riccardi che li accompagnerà subito dopo dal premier italiano Mario Monti.

"E' stata fin da subito accettata da noi tutti la richiesta del ministro Riccardi di mandare una delegazioni di nostri alunni a Roma", ha detto a BrindisiReport.it la dirigente scolastica dell'Itis Giorgi, Maria Luisa Sardelli. " A poche ore dalla partenza nei ragazzi c'è tantissima emozione perché l'incontro avvenuto nel giugno scorso nel nostro istituto col ministro ha lasciato in tutti noi un segno indelebile. I ragazzi partiranno la mattina di giovedì 13, proprio nel primo giorno di scuola per noi, accompagnati dalla docente Lucia Portolano insieme agli studenti della Morvillo. Io li raggiungerò nel pomeriggio, perché la mattina ovviamente dovrò accogliere i nuovi studenti che frequenteranno il primo anno".

Gli studenti brindisini arriveranno a Roma nel tardo pomeriggio di giovedì e il giorno dopo alle ore 14 incontreranno il ministro Riccardi prima e dopo il Presidente del Consiglio Mario Monti presso Palazzo Chigi. Successivamente i ragazzi saranno accompagnati a visitare anche il Quirinale. Gli studenti delle due scuole secondarie di Brindisi alloggeranno presso la Scuola dei Vigili del Fuoco di Roma. I ragazzi del Giorgi frequentanti le seconde, terze e quarte classi, consegneranno al ministro con delega alla Gioventù e al presidente del Consiglio un ricordo che segnerà questo importante incontro. Sarà un dono simbolico (che la preside non ha voluto svelare) collegato al percorso di cittadinanza, costituzione e sicurezza che gli studenti dell'Itis Giorgi hanno presentato ad un concorso regionale nell'anno scolastico 2011-2012, vincendolo.

"La nuova dirigente scolastica dell'istituto Francesca Morvillo Falcone, Rosanna Maci, - ha detto Maria Luisa Sardelli - ha anche provveduto a contattare le famiglie delle ragazze rimaste ferite nell'attentato (Sabrina Ribezzi, Selena Greco, Veronica e Vanessa Capodieci e Azzurra Camarda, e Anna Canoci di Tuturano, ndr) per far sapere loro la volontà del premier Monti di volerle incontrarle a Roma". Ad oggi, non c'è nulla di certo, ma potrebbero anche essere le studentesse mesagnesi a raggiungere Roma con le loro compagne e incontrare il premier e il ministro Andrea Riccardi (che il 4 giugno scorso si recò anche a far loro visita presso l'ospedale Antonio Perrino di Brindisi, così come fece in forma strettamente privata con i genitori di Melissa Bassi, incontrati nella loro casa a Mesagne).

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morvillo e Giorgi, 50 studenti da Monti

BrindisiReport è in caricamento