Cronaca Ostuni

Motoscafo a manetta e schianto finale nel porto di Villanova

Stava sfrecciando con il suo motoscafo nel porticciolo di Villanova. Durante la "performance" si è scontrato con i frangiflutti, entrando in collisione con una delle barche ormeggiate. Protagonista della scorribanda, ripresa con degli smart-phone da alcune persone che si trovavano sulla diga, è il proprietario di un noto cantiere del posto

OSTUNI -  Stava sfrecciando con il suo motoscafo nel porticciolo di Villanova, marina di Ostuni. Durante la “performance” si è scontrato con i frangiflutti, entrando in collisione con una delle barche ormeggiate. Protagonista della scorribanda, ripresa con degli smart-phone da alcune persone che si trovavano sulla diga, è il proprietario di un noto cantiere del posto. I militari della Capitaneria di porto di Brindisi stanno valutando in queste ore come procedere nei suoi confronti.

Il video pubblicato a corredo dell’articolo è stato preso dal social network Facebook. L’episodio si è verificato intorno alle ore 14. Fino a qualche minuto prima, proprio lì a  Villanova, il comandante della Capitaneria di porto di Brindisi, il capitano di vascello Mario Valente, aveva tenuto ad alcuni bambini un corso sulla sicurezza in mare.

IL VIDEO

Nel video si vede il motoscafo che scorazza nello specchio d’acqua antistante al porticciolo. A un certo punto, si avvicina alla diga, dove fra l’altro c’era una persona che stava prendendo il sole, si scontra con i frangiflutti e poi colpisce una barchetta a motore, prima di finire la sua corsa a pochi metri dalla banchina. Sul posto si è subito recato un equipaggio della Capitaneria di porto, che ha informato dell’accaduto il pm di turno del tribunale di Brindisi, Milto Stefano De Nozza. Nessuno, per fortuna, ha riportato ferite. 

Aggiornamento - Il proprietario del motoscafo (un offshore lungo 11,5 metri e largo 2,5 metri, con due motori da 410 cavalli) è stato denunciato per inosservanza di norme sulla sicurezza in mare, danneggiamento e naufragio (quest’ultime due contestazioni sono riferite al semi-affondamento di una piccola barca a motore ormeggiata nel primo molo e al danneggiamento di una barca ormeggiata presso la Lega navale). L’unità, di concerto con il pm di turno, Milto Stefano De Nozza, è stata sequestrata e affidata in custodia allo stesso proprietario, il quale dovrà anche pagare una salata sanzione pecuniaria.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motoscafo a manetta e schianto finale nel porto di Villanova

BrindisiReport è in caricamento