Cronaca Ceglie Messapica

Movida notturna molesta: stop a vendita e consumo di bevande in vetro

Multe salatissime e rischio di sospensione della licenza per non meno di tre giorni: sono queste le sanzioni alle quali andrà in contro chi, dal 5 agosto al 15 settembre, venderà, somministrerà o consumerà bevande e alimenti in contenitori di vetro, per le vie di Ceglie Messapica. E' quanto previsto da un'ordinanza sindacale emessa dal sindaco Luigi Caroli

BRINDISI – Multe salatissime e rischio di sospensione della licenza per non meno di tre giorni: sono queste le sanzioni alle quali andrà in contro chi, dal 5 agosto al 15 settembre, venderà, somministrerà o consumerà bevande e alimenti in contenitori di vetro, per le vie di Ceglie Messapica. E’ quanto previsto da un’ordinanza sindacale emessa dal sindaco Luigi Caroli a seguito di numerosi episodi di inciviltà verificatisi nelle ore notturne. Il divieto infatti sarà vigente dalle ore 22 alle 6.

Dal provvedimento emerge come nei mesi estivi divenga insostenibile il fenomeno “dell’abbandono in strade, giardini e piazze di bottiglie e contenitori da parte di persone che consumano bevande, alcoliche e non, all’interno di spazi pubblici”. Il problema assume “proporzioni rilevanti” nel cuore della movida notturna “ed è fonte di pericolo per l’igiene e l’incolumità pubblica, per la sicurezza urbana e per il decoro e la normale convivenza della cittadinanza”.

Vie, piazze e luoghi pubblici vengono lasciate in “condizioni inaccettabili dal punto di vista di bottiglie o contenitori di vetro presenti a terra”. I disagi patiti dalla cittadinanza sono collegati “alla vendita per asporto di bevande alcoliche e non alcoliche, praticata dagli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, circoli privati e attività similari presenti nel territorio comunale”.

Il sindaco, quindi, con l’obiettivo di evitare possibili pericoli per le persone che frequentano gli spazi pubblici, ha disposto: “il divieto di vendita e somministrazione per gli esercenti sia in forma fissa che ambulante, di bevande in contenitori, che possano risultare di pericolo per la pubblica incolumità, quali bottiglie di vetro”; “il divieto per gli avventori di utilizzo di contenitori di vetro di qualsiasi genere (bicchieri, bottiglie, contenitori, ecc., ) nelle aree pubbliche del centro urbano”.

La somministrazione e la vendita di bevande e alimenti, inoltre, “devono essere effettuate solo da personale autorizzato”. “La consumazione di bevande o alimenti, può avvenire in bicchieri/contenitori siano essi di plastica o di vetro, purchè l’utilizzo di  bicchiere/contenitore di vetro avvenga esclusivamente all’interno di locali ed aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne di pertinenza dell’attività legittimamente autorizzate con occupazione di suolo pubblico”.

I trasgressori saranno puniti con con sanzioni amministrative da 25,00 euro a 500,00 euro. “Qualora l’infrazione sia commessa da titolari di autorizzazioni per l’attività di somministrazione o di vendita si procederà all’adozione del provvedimento di sospensione non inferiori a giorni”. In caso di mancato rispetto del provvedimento di sospensione, si va incontro alla revoca dell’autorizzazione o alla chiusura dell’attività nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia di esercizi commerciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida notturna molesta: stop a vendita e consumo di bevande in vetro

BrindisiReport è in caricamento