Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Gli trovano la droga in casa e tenta vanamente la fuga

Tenta di fuggire durante la perquisizione, ma riesce solo ad allungare la lista dei reati per i quali è stato arrestato. Si tratta del 30enne Nicola Descisciolo, che i carabinieri della compagnia di Brindisi avevano individuato come spacciatore

BRINDISI – Tenta di fuggire durante la perquisizione, ma riesce solo ad allungare la lista dei reati per i quali è stato arrestato. Si tratta del 30enne Nicola Descisciolo, che i carabinieri della compagnia di Brindisi avevano individuato come spacciatore nel corso delle indagini sulla rete di distribuzione della droga al dettaglio in città. In effetti, a cada del sospettato, i militari hanno trovato due etti di hascisc, il solito bilancino elettronico per la preparazione delle dosi e banconote per 80 euro. Abbastanza per arrestare Descisciolo.

FOTO ARRESTO DESCISCIOLO (2)-2Ma l’interessato non era affatto d’accordo, ed ha tentato di tagliare la corda. Subito bloccato, per liberarsi ha ingaggiato una colluttazione nel corso della quale uno dei carabinieri ha riportato contusioni . Alla fine, su decisione del pm di turno, Nicola Descisciolo è stato assegnato agli arresti domiciliari e denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, e per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il quantitativo esatto dell’hascisc sequestrato è di 220 grammi.

DESCISCIOLO Nicola, classe 1986-2Descisciolo era entrato nella lista dei soggetti da controllare attentamente nel corso dell'attività di sorveglianza del mercato dello spaccio a Brindisi, lavoro in cui è molto attiva la compagnia carabinieri del capoluogoi, soprattutto di quella rete che si rivolge alle fasce di età più giovani, e che è fatta anche di molti spacciatori che non hanno mai avuto precedenti con la giustizia e che sono perciò poco noti alle forze dell'ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli trovano la droga in casa e tenta vanamente la fuga

BrindisiReport è in caricamento