menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale Perrino, muffe sulle pareti: chiusi due depositi per alimenti

Muffe e scrostature sulle pareti dove erano depositati contenitori e stoviglie monodose e alimenti inscatolati. È questa la scoperta fatta dai carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Taranto

BRINDISI – Muffe e scrostature sulle pareti dove erano depositati contenitori e stoviglie monodose e alimenti inscatolati. È questa la scoperta fatta dai carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Taranto nell’ambito di alcuni controlli eseguiti nei locali in uso alla società che si occupa della somministrazione di alimenti all’interno dell’ospedale Perrino di Brindisi, la Gemeaz.

Dal sopralluogo sono emerse carenze igienico sanitarie così il dipartimento di prevenzione della Asl di Brindisi, autorità competente, diretto dal dottor Adriano Rotunno, ha emesso un’ordinanza di chiusura valida fino a quando i locali non saranno resi idonei a contenere materiale da destinare alla somministrazione degli alimenti ai pazienti del Perrino.

Il mancato adeguamento dei locali entro i termini disposti dal dipartimento di prevenzione potrebbe portare anche al sequestro degli immobili, oltre che all’emissione di sanzioni. Da quanto fa sapere lo stesso direttore del dipartimento non è stata sospesa l’attività di ristorazione e somministrazione all'interno dell'ospedale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia, prosegue il calo dei posti letto occupati

  • Attualità

    Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

  • Annunci

    Sfratti Parco Bove: il segretario Cobas martedì davanti al gup

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento