rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Multe agli automobilisti, previsti incassi per un milione e 900mila euro

Le entrate destinate all’acquisto di mezzi per la polizia locale, alla manutenzione delle strade e alle assunzioni a tempo determinato

BRINDISI – Le previsioni che probabilmente non faranno molto piacere agli automobilisti, se viaggiano di pari passo al pugno duro degli agenti della polizia locale. Fatto sta che il Comune di Brindisi spera di incassare almeno un milione e 900mila euro a titolo di sanzioni per violazioni al Codice della Strada. Quattrocentomila euro in più, rispetto allo scorso anno.

Il comando dei vigili urbani di Brindisi

La previsione degli incassi

A voler essere “pignoli” si tratta della previsione contabile che risulta inserita nel bilancio 2018, in fase di elaborazione a Palazzo di città. Previsione accompagnata dalla destinazione della somma corrispondente. La struttura commissariale, infatti, ha stabilito in che modo ripartire le entrate relative alle attività affidate alla polizia locale: finalità e singoli importi sono stati riassunti in un prospetto presentato dal nuovo comandante degli agenti municipali, Antonio Claudio Orefice, al commissario Santi Giuffrè, approvato da quest’ultimo con i poteri della Giunta, alla presenza del segretario generale, Pasquale Greco.

Il Codice della Strada

Il punto di partenza, quello che costituisce la bussola per l’orientamento in tema di multe che rappresentano un incubo per gli automobilisti, è lo stesso Codice della Strada: “articolo   208 del decreto legislativo numero 285 del 30 aprile 1992 (il Codice della Strada, appunto) che stabilisce i vincoli di destinazione e di utilizzo dei proventi introitati dai Comuni in relazione all’applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie”. Qui sono contenute le voci di destinazione della metà degli incassi.

Segnaletica stradale

Fatta questa premessa, ecco in che modo l’Amministrazione intende impiegare gli incassi che sfiorano il tetto dei due milioni di euro sino al prossimo 31 dicembre 2018: la prima voce si riferisce agli “interventi di sostituzione, ammodernamento, potenziamento e messa a norma della segnaletica stradale e degli impianti semaforici”, per 261mila euro. L’importo dovrebbe permettere anche le riparazioni necessarie all’impianto di videosorveglianza del Comune di Brindisi, necessario ai fini della sicurezza cittadina.

Agenti municipali

antonio orefice-2Quasi quattrocentomila euro saranno destinati all’acquisto di mezzi e attrezzature per il corpo della Polizia locale, allo scopo di “potenziare l’attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale”. L’importo esatto ammonta a 381mila euro e, stando alle previsioni, dovrebbe avere come risultato ultimo altre multe. Effetto moltiplicatore o proprietà transitiva che dir si voglia.

Pensando a rinforzi per il Corpo, anche se in via temporanea, il Comune ha destinato centomila euro. Novantacinquemila euro, invece, sono necessarie per la copertura delle misure di assistenza e previdenza del personale in servizio e, infine, 93mila euro si riferiscono al “potenziamento delle attività notturne della polizia municipale”.

Sicurezza stradale

Nell’elenco, poi, ci sono  gli “interventi per la sicurezza stradale a tutela degli utenti deboli, come bambini, anziani, disabili, pedoni e ciclisti, nonché per lo svolgimento da parte del personale della polizia locale, di corsi didattici finalizzati all’educazione stradale nelle scuole”. A questo scopo sono stati destinati ventimila euro.

Il passaggio dalle previsioni inserite nel bilancio di previsione 2018 ai fatti, dipende solo dalla condotta al volante dei brindisini. Più sono indisciplinati, più fioccano le multe, più aumentano gli introiti per il Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe agli automobilisti, previsti incassi per un milione e 900mila euro

BrindisiReport è in caricamento