rotate-mobile
Cronaca

“Multiservizi, a una società barese l’incarico di certificare i bilanci”

Il caso sollevato dall’ex consigliere comunale Oggiano: “Affidamento per 25mila euro, ma la srl è inattiva dal 2012”

BRINDISI – “Per quale motivo la Multiservizi ha affidato incarico a una società, per 25mila euro, l’incarico di certificare i bilanci? Si tratta della Srq, una srl barese, come il nuovo amministratore unico della partecipata del Comune di Brindisi, che però risulterebbe inattiva dal 2012”.

Massimiliano OggianoA porre l’interrogativo è l’ex consigliere comunale Massimiliano Oggiano (nella foto accanto), commercialista, presidente dell’associazione culturale Periferia, in una lettera spedita non solo a Palazzo di città, all’attenzione del commissario Santi Giuffré, e alla stessa partecipata, con destinatario Giovanni Palasciano, nominato al vertice di recente, ma anche alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti.

“A me qualche dubbio viene perché, stando a quanto mi risulta, il fatto si presenta come anomalo”, dice Oggiano, il quale ricorda che l’articolo 24 del Testo unico in materia di societa? a partecipazione pubblica, nella parte che relativa alla “revisione straordinaria delle partecipazioni”,  prevede che le pubbliche amministrazioni effettuino, entro il 30 settembre 2017, una ricognizione di tutte le partecipazioni possedute, direttamente o indirettamente, alla data di entrata in vigore del medesimo, individuando quelle che devono essere alienate o che devono essere oggetto delle misure di razionalizzazione di cui all’articolo commi 1 e 2".

Nella realtà di Brindisi, la previsione normativa riguarda la Multiservizi, la più importante delle partecipate: “I bilanci del “2011, 2012, 2013, 2014 hanno registrato perdite e pertanto un risultato negativo del bilancio 2015 e/o 2016 (non ancora approvati) porterebbe automaticamente il socio unico Comune di Brindisi a prevederne la liquidazione, cessione o fusione con altre società detenute”, spiega il commercialista.

 “Pare che la Multiservizi abbia incaricato una società di Bari per la verifica, revisione/certificazione dei bilanci 2015/16 per 25mila euro: sarebbe opportuno sapere se la struttura commissariale ne sia a conoscenza e se sì, per quale motivo rivolgersi ad una società esterna per certificare bilanci di una srl che, avendo un unico committente/cliente ovvero il proprio unico socio, ossia il comune di Brindisi, ha documento contabile molto elementare”.

“Pur volendo giustificare tale incarico – prosegue Oggiano -  sarebbe anche utile capire quali siano state le procedure di affidamento  alla Srq srl e se la stessa ne abbia i requisiti, poiché sarebbe inattiva. Consultando la visura camerale risulta che la stessa non deposita  bilanci dal 2012. La qual cosa   rappresenta, nel migliore dei casi, un fatto anomalo, molto singolare ed inquietante”. Oggiano, quindi, attende risposte. Mentre la Multiservizi è ancora alle prese con l’ultima perdita, approvata, ancora da ripianare per intero: restano scoperti circa 700mila euro, a fronte dell’importo complessivo pari a un milione e 300mila.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Multiservizi, a una società barese l’incarico di certificare i bilanci”

BrindisiReport è in caricamento