menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villa Castelli, stazione carabinieri

Villa Castelli, stazione carabinieri

Munizioni e furto di energia, arrestato

VILLA CASTELLI - Aveva in casa un bel po’ di munizioni, illegalmente detenute, e come se non bastasse rubava l’energia elettrica. Per queste ragioni un 54enne di Villa Castelli, Antonio Ruggieri, è stato arrestato dai carabinieri su disposizione del pm di turno che ha però optato per i domiciliari.

VILLA CASTELLI - Aveva in casa un bel po' di munizioni, illegalmente detenute, e come se non bastasse rubava l'energia elettrica. Per queste ragioni un 54enne di Villa Castelli, Antonio Ruggieri, è stato arrestato dai carabinieri su disposizione del pm di turno che ha però optato per i domiciliari.

I controlli sono scattati nella giornata di ieri, si tratta di accertamenti di routine. I militari sono andati a casa dell'uomo e hanno frugato qua e là, certi di trovare qualcosa. Effettivamente all'interno dell'appartamento c'erano 16 proiettili calibro 7.65 e 25 cartucce calibro 12. Nessuna traccia delle armi compatibili con il munizionamento.

Le verifiche, però, non si sono concluse una volta recuperato il materiale illecito. I militari hanno proseguito fino ad accorgersi che l'energia elettrica di cui si approvvigionava Ruggieri non veniva erogata con un normale contratto, ma veniva invece rubata alla rete pubblica con un allaccio abusivo. Nessun contatore, quindi, e nessuna bolletta.

Al 44 enne sono state subito contestate le accuse di furto e di detenzione abusiva di munizioni. Non è stato condotto in cella, ma ha ottenuto il beneficio di attendere nella propria abitazione il prosieguo delle indagini sul suo conto. Tutto ciò che di probito possedeva è stato sottoposto a sequestro. La fornitura "fai da te" di corrente è stata interrotta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento