Malore sugli spalti: Franco, storico tifoso brindisino, non ce l'ha fatta

La gioia per la promozione in Serie D offuscata dal dramma. E' morto Franco Bottiglieri. Aveva 70 anni e risiedeva a Torre del Greco. Seguiva ovunque il Brindisi in trasferta. Ieri il malore, durante l'intervallo della finale playoff

BRINDISI – Non ce l’ha fatta l’anziano tifoso del Brindisi colto da malore allo stadio di Agropoli, durante l’intervallo della finale playoff per la promozione in Serie D. Franco Bottiglieri, 70 anni, si è spento presso ospedale di Eboli, dove era giunto in condizioni disperate nel tardo pomeriggio di domenica (9 giugno).

Originario di Brindisi, Bottiglieri fin da bambino si era trasferito a Torre del Greco (Napoli), ma anche a centinaia di chilometri di distanza dalla sua città, seguiva il Brindisi con fede incrollabile. Bottiglieri si trovava nel settore ospiti del “Guariglia” di Agropoli con i compagni di mille trasferte in giro per l’Italia, in mezzo a oltre 500 brindisini. Il caldo, con una temperatura intorno ai 30 gradi, era asfissiante. Il dramma si verifica intorno alle ore 16,40.

Le squadre sono appena rientrate negli spogliatoi, dopo la fine del primo tempo di una partita combattutissima e carica di tensione, data l’importanza della posta in palio. Bottiglieri si accascia sui gradoni. I tifosi che assistono alla scena subito si sbracciano per chiedere l’intervento dei soccorritori. Alcuni di loro gli prestano i primi soccorsi, praticandogli un massaggio cardiaco. Arriva dopo qualche minuto un’ambulanza, seguita da una seconda ambulanza con personale specializzato nella rianimazione. I soccorritori, muniti di defibrilltore, tentano di far ripartire il cuore. Quegli attimi concitati vengono vissuti con profonda angoscia anche dai tifosi locali.

A un certo punto l’anziano dà segni di ripresa e fra gli applausi viene trasportato in ambulanza verso l’ospedale di Eboli. Ma in serata, purtroppo, le sue condizioni peggiorano. Al capezzale si reca il figlio Gennaro, che dal padre aveva ereditato la passione viscerale per i colori biancazzurri. Poco dopo, mentre in città si respira un clima di festa, Franco spira. 

La domenica precedente (2 giugno) il pensionato era presente sugli spalti dello stadio Fanuzzi, per assistere alla gara d’andata della finale. Per nulla al mondo si sarebbe perso la sfida di ritorno. Ieri mattina si è messo in treno per raggiungere Agropoli. Il caldo afoso non lo ha fermato. Il ritorno in Serie D dopo quattro anni di Purgatorio nei bassifondi del calcio dilettantistico era un appuntamento al quale non poteva rinunciare. Prima della partita, ha riabbracciato gli amici di vecchia data con cui condivideva la lunga “militanza” biancazzurra. Poi, davanti agli occhi di quegli stessi amici, la tragedia: un dramma che fa passare in secondo piano la gioia per la promozione, perchè Franco era conosciutissimo fra i tifosi che da decenni macinano chilometri al seguito del Brindisi. 

Il cordoglio del sindaco

Il mio pensiero oggi va a Franco, il tifoso del Brindisi calcio che ieri, in seguito ad un malore mentre assisteva alla partita, è venuto a mancare. Sono vicino alla sua famiglia in questo momento improvviso di dolore e alla comunità calcistica che lo ricorda con affetto.

Il cordoglio della società 

Nel giorno che celebra la promozione del Brindisi nel campionato di Serie D, grazie all’impresa compiuta dai bravi giocatori brindisini, la gioia e i festeggiamenti , lasciano spazio e passano in second’ordine, a quanto accaduto, tra il primo ed il secondo tempo della partita valida per la promozione in serie D tra Agropoli e Brindisi. Un nostro concittadino, Franco Bottiglieri, trasferitosi da anni in Campania, dopo un serio malore, in serata è poi deceduto.

Franco era un tifoso del Brindisi che, nonostante non abitasse da anni nella sua città, spesso era presente al Fanuzzi. In occasione dell’ultimo impegno della propria squadra del cuore, il suo Brindisi, non ha voluto mancare. Il grande caldo e le emozioni dell’evento, hanno fatto si che il suo cuore non reggesse. Fortemente addolorati per quanto accaduto, tutte le componenti della società  della Ssd Brindisi Fc, oltre a dedicargli la vittoria del campionato, si stringono alla sua famiglia alla quale porgono le più sentite condoglianze.

Potrebbe interessarti

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Farmaci generici e farmaci di marca: sono uguali?

  • Come organizzare una cena a buffet a casa

  • Estate in giardino: le piscine interrate, costi e tipologie

I più letti della settimana

  • Cadavere di un uomo nella zona industriale: trovata pistola, un colpo al petto

  • Ritrovato il giovane mesagnese scomparso a Milano ad aprile scorso

  • Vessata per 18 anni dal marito e dalla suocera: l'incubo di una donna

  • Tir si ribalta, poi tamponamento a catena: doppio incidente sulla statale

  • Messaggi su Facebook, lite in famiglia sulla spiaggia: cinque denunce

  • Tamponamento sulla superstrada: tre feriti, anche una bambina. Auto distrutte

Torna su
BrindisiReport è in caricamento