menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La pistola impugnata dal minorenne

La pistola impugnata dal minorenne

Insegnante gambizzato per il "troppo rumore": arrestato un minorenne

Non ha ancora compiuto 18 anni il presunto responsabile della gambizzazione del 36enne Marco Scarciciglia, l'insegnate di musica che nel pomeriggio di ieri (30 aprile) è stato raggiunto da un colpo di arma da fuoco mentre si trovava all'esterno della sua abitazione

TORRE SANTA SUSANNA – Non ha ancora compiuto 18 anni il presunto responsabile della gambizzazione del 36enne Marco Scarciciglia, l'insegnante di musica che nel pomeriggio di ieri (30 aprile) è stato raggiunto da un colpo di arma da fuoco mentre si trovava all’esterno della sua abitazione di Torre Santa Susanna, in via Galaso. A premere il grilletto è stato un ragazzo del posto nato nel 1998.

I carabinieri della locale stazione al comando del maresciallo Angelo Campo, in sinergia con i colleghi della compagnia di Francavilla Fontana coordinati dal capitano Nicola Maggio e gli uomini del Norm al comando del tenente Roberto Rampino, lo hanno individuato e arrestato nella serata di ieri. Da quanto appurato dagli investigatori, il giovane, già noto alle forze dell’ordine, si è presentato intorno alle ore 15 sotto casa dell'insegnante per regolare un dissidio risalente al giorno di Pasqua, quando fra i due vi fu una discussione per questioni di poco conto (a quanto pare il troppo rumore sotto casa e una cotroversia riguardante un parcheggio). 

Alla vista del 17enne, il docente, da quanto appurato dall’Arma, ha evitato ogni tipo di discussione. Ma a un certo punto il giovane ha impugnato una pistola calibro 7,65. In un primo momento l’ha puntata all’altezza del volto di Scarciglia. Poi l’ha puntata verso il polpaccio del malcapitato e ha esploso un colpo.

La vittima è stata subito trasportata verso il Pronto soccorso dell’ospedale Perrino. Le sue condizioni, per fortuna, non erano gravi. Grazie al racconto dello stesso Scarciglia e di altre persone che hanno assistito alla scena, i militari nel giro di pochi minuti sono risaliti al minorenne, che aveva già avuto a che fare con la giustizia per reati minori. La pistola, con cinque colpi in canna e  matricola abrasa, è stata recuperata in una stradina di campagna non molto distante dal luogo del ferimento. 

Una volta rintracciato, il 17enne è stato condotto in caserma. Da lì, successivamente, è stato accompagnato presso un centro di accoglienza di Bari, a disposizione della procura dei minori. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia, prosegue il calo dei posti letto occupati

  • Attualità

    Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

  • Annunci

    Sfratti Parco Bove: il segretario Cobas martedì davanti al gup

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento