menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce un marchio di produzione di eccellenza dei prodotti di Villa Castelli

Sarà usufruibile esclusivamente da parte di quei produttori aboliranno l'uso dei pesticidi e di altri agenti chimici nelle varie attività produttive della zona

VILLA CASTELLI - La creazione di un marchio di produzione di eccellenza dei prodotti di Villa Castelli, con particolare riferimento a quelli agricoli e – inevitabilmente – all’olio d’oliva, che da anni vede il centro brindisino (Città dell’olio Dop), con i suoi numerosi frantoi, tra i protagonisti indiscussi del settore. Naturalmente senza escludere le altre produzioni, a cominciare da quelle vinicole.

E’ quanto approvato dalla Giunta comunale guidata dal sindaco Vitantonio Caliandro, anche in ossequio a quanto già dichiarato dallo stesso primo cittadino in merito alla necessità di abolire l’uso dei pesticidi e di altri agenti chimici nelle varie attività produttive della zona. Anche al fine di evitare le nefaste conseguenze derivanti da tale utilizzo, a cominciare dall’inquinamento delle falde acquifere.logo_villa castelli-2

“Il marchio – spiega Caliandro – sarà usufruibile esclusivamente da parte di quei produttori che adotteranno tale pratica virtuosa, rinunciando dichiaratamente al trattamento delle proprie lavorazioni con queste sostanze e favorendo in tal modo una produzione naturale al 100%. Solo chi si adeguerà a questo modus operandi potrà utilizzare il marchio-logo ‘Villa Castelli’ e sarà inserito in un apposito albo delle imprese che saranno appunto autorizzate ad esporlo sui propri prodotti. Tengo a precisare – conclude il sindaco di Villa Castelli – che stiamo studiando forme di incentivi per le aziende che seguiranno quanto indicato dalla delibera: in forma di promozione (anche tramite ‘Paese Blog’, cui Villa Castelli partecipa), di assistenza,  tramite l’Ufficio Agricoltura, e di agevolazioni in materia tributaria”.

Il marchio è stato ideato e realizzato da un giovane grafico e designer (naturalmente anche lui “doc” di Villa Castelli, anche se laureato a Firenze), Domenico Giovane, che si è subito attivato per la realizzazione del logo. La giunta comunale ha infine delegato lo stesso sindaco Caliandro a portare avanti un tentativo ambizioso: quello di creare un consorzio tra tutti i frantoi della zona (circa tredici), che potrebbero così rappresentare con molta più energia e personalità la qualità dell’olio d’oliva prodotto a Villa Castelli e già comunque molto apprezzato anche ben oltre i confini nazionali. Un’iniziativa che potrebbe essere successivamente ripresa anche da altre categorie produttive.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento