menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce un presidio per l'inclusione sociale a Francavilla

Nasce nel quartiere San Lorenzo il “Presidio per l’inclusione, la coesione, la tutela e la sicurezza sociale e del quartiere”. Firmata la convenzione tra il Commissario prefettizio Guido Aprea e l’Associazione Nazionale Polizia di Stato

FRANCAVILLA FONTANA - Con le firme poste in calce quest’oggi alla convenzione di partenariato dal commissario prefettizio Guido Aprea e dal presidente locale dell’Associazione nazionale della Polizia di Stato Angelo Romano, entra ufficialmente nel vivo l’istituzione del “Presidio per l’inclusione, la coesione, la tutela e la sicurezza sociale e del quartiere”. 

L’accordo, stipulato alla presenza del dirigente dei Servizi Sociali Gianluca Budano e dei rappresentanti dell’associazione Giuseppe Giacovelli e Alfredo Perrucci, prevede la concessione da parte del Comune di Francavilla Fontana dei locali adiacenti alla Chiesa di San Lorenzo, in viale Abbadessa, per lo svolgimento da parte dell’ANPS di attività inerenti la sicurezza sociale del quartiere, l’inclusione e la coesione. Il tutto “con l’obbiettivo di gestire la complessità sociale che crea sul territorio insicurezza e disagio e creare una sicurezza urbana elevata a condizione primaria per un ordinato svolgimento della vita civile”.

Nel corso dell’incontro il commissario Guido Aprea e i delegati dell’Associazione non profit, hanno inoltre convenuto sulla volontà di estendere le attività anche su altre forme di collaborazione su richiesta delle Istituzioni Pubbliche. Possibilità proposta e caldeggiata dal commissario Aprea, e subito raccolta dalla stessa ANPS.

L’uso dei locali dell’immobile e il relativo parco è concesso all’associazione per quattro giorni alla settimana (lunedì, martedì, giovedì e sabato) dalle 09:00 alle 22:00. Le restanti giornate saranno riservate alle attività comunali o di eventuali successivi partner comunali da convenzionare. Il presidio sarà infatti integrato dalla presenza del Segretariato Sociale e del Servizio Sociale comunale, oltre che da eventuali altri partner utili alla implementazione dello stesso, al fine di potenziare i servizi di utilità sul territorio, monitorare i servizi resi, favorire la costruzione di una rete che garantisca coesione sociale nel quartiere di riferimento Custodia, vigilanza ed eventuali danneggiamenti saranno interamente a carico dell’Associazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento