Cronaca

Negroamaro wine festival, visitatori ubriachi di buona musica

Si chiama "Brindisi Music Conference" (Bmc) e rappresenta la novità della quinta edizione del Negroamaro Wine Festival ed ha già conquistato i visitatori della kermesse enogastronomica che si tiene a Brindisi da venerdì 5 giugno fino a martedì 9

BRINDISI - Si chiama “Brindisi Music Conference” (Bmc) e rappresenta la novità della quinta edizione del Negroamaro Wine Festival ed ha già conquistato i visitatori della kermesse enogastronomica che si tiene a Brindisi da venerdì 5 giugno fino a martedì 9. Le piazze brindisine interessate dall’evento sono state prese d’assalto non solo dai buongustai ma anche dagli amanti della musica (video). Ce n’è, quindi, davvero per tutti in quest’anno per la festa del vino d’eccellenza e delle specialità tipiche locali.

L’idea del “Brindisi Music Conference” prende spunto dai più noti festival internazionali, quali il “Singapore International Jazz Festival”, il Montreal Jazz Festival e gli italiani “Umbria Jazz” e “Pistoia Blues Festival” e ha la prerogativa di innalzare ulteriormente la qualità in termini di presenza di artisti e gruppi di fama internazionale (di genere jazz, soul e funky). Artisti che si alterneranno sui 5 palchi allestiti in altrettante piazze e che sono stati scelti attraverso una accurata e scrupolosa selezione ed uno studio ‘attento’ effettuato, tra settembre e dicembre scorsi nei più rinomati locali londinesi dove lo staff ha conosciuto ed ascoltato gruppi e musicisti che si è deciso di portare a Brindisi, perché possa diventare il centro della musica internazionale nel Sud del Mediterraneo.

Domenica 7 giugno in piazza Mercato alle 21 si esibiranno i “Funky Mama”, in pazza Duomo i “Soul Family epk” sempre alle 21, alle 23, invece, in piazza della Vittoria andranno sul palco i “Lex Cameron Band”  e in piazza Mercato all’1, invece, sarà la volta dei “Mary Pearce”. Lunedì 8 giugno in piazza Duomo alle 21 andranno in scena i “Matt Bianco”, in piazza delal Vittoria alle 23 “Vhelade Bale Mura”, in piazza Mercato ll’1 “Party Xs”. Martedì 9 giugno in piazza Duomo alle 21 gli “Incognito” in concerto, in piazza della Vittoria alle 23 “Donna Gardier”, in piazza Mercato all’1 “Lex Cameron”.

Domani, lunedì 8 giugno, alle 10,30, intanto nella sala conferenze di palazzo Nervegna, si terrà una conferenza stampa alla quale parteciperà il gruppo musicale pop britannico Matt Bianco. Matt Bianco, nasce nel 1983 e, al pari di cantanti solisti e band quali SadeWorking Week, Style CouncilEverything but the Girl ed altri, è da annoverare tra coloro che hanno proposto al grande pubblico uno stile pop-soul piuttosto sofisticato, improntato su un jazz di largo consumo, influenzato da esperienze technopop di vario tipo. Tra i brani più famosi, va ricordato  senza dubbio ‘More Than I Can Bear’ del 1984’.

Martedì 9 giugno, invece, sarà la volta degli ‘Incognìto’, altro famosissimo gruppo britannico. Anche loro, alle ore 10,30, saranno i protagonisti di una conferenza stampa a Palazzo Nervegna. Gi Incognito sono stati tra i primi a proporre il genere acid jazz. Il gruppo è capitanato da Jean-Paul "Bluey" Maunick, unico componente ad essere rimasto sempre attivo. Nel corso della loro storia si sono alternati vari sassofonisti, bassisti, batteristi e cantanti. La loro storia inizia nel 1979. Nel 1981 pubblicano il primo album intitolato Jazz Funk. Nel 1989 la svolta decisiva per la band: in quell’anno il dj britannico Gilles Peterson crea l’etichetta discografica Talkin’ Loud, dando la possibilità agli Incognito di creare un nuovo genere musicale, l’acid jazz, del quale ancora oggi sono i più autorevoli rappresentanti nel mondo.Nel 1991, con l’album Inside Life e nel 1992 con l’album seguente Tribes, Vibes + Scribes, si fanno conoscere dal pubblico internazionale, anche grazie alla cover del brano «Don’t You Worry ‘Bout A Thing» di Stevie Wonder. Negli anni a seguire la band, caratterizzata da una continua variazione dei propri componenti, produce 13 album in studio ed una serie continua di tour mondiali di successo. Tra i brani più famosi Don't You Worry 'Bout A Thing,  Everyday, Still A Friend Of Mine, Always There, Good Love, Deep Waters ed altri).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negroamaro wine festival, visitatori ubriachi di buona musica

BrindisiReport è in caricamento