rotate-mobile
Cronaca

Nessun poncio, dieci assoluzioni

BRINDISI - Brindisini imputati per aver inscenato falsi incidenti stradali sulla base di dichiarazioni discordanti: il fatto non sussiste. Chiuso con dieci assoluzioni un processo nato dalla denuncia dell'Allianz. L’inchiesta traeva spunto su accertamenti disposti dalla stessa assicurazione.

BRINDISI - Tutti assolti dall'accusa di aver inscenato incidenti stradali per ricavare un guadagno dagli indennizzi. Sono dieci brindisini (di città e provincia) che erano imputati per truffa dinanzi al giudice monocratico per quattro episodi che avrebbero danneggiato la compagnia Allianz, due dei quali erano andati a buon fine e avevano fruttato all'incirca 1.700 euro.

L'inchiesta traeva spunto su accertamenti disposti dalla stessa assicurazione su discrepanze tra gli orari e i dettagli sulle ricostruzioni che erano stati riferiti dalle parti in causa. Si è appurato che tali dichiarazioni non potevano sorreggere in alcun modo l'accusa di truffa. Per il giudice, quindi, il fatto non sussiste.

Sono stati quindi assolti Salvatore Gallo, difeso dall'avvocato Gianvito Lillo; Damiano Licciulli, difeso dall'avvocato Luca Leoci, Veronica Stea difesa da Gianvito Lillo, Claudio Giaquinto difeso da Marcello Tamburini, Domenico Massaro assistito da Pietro Zanzarelli, Vincenzo Ventura, difeso da Raffaele Moretti, Anna Pagliara difeso da Oreste Nastari, Bruno Schena difeso da Cinzia Cavallo, Gianluca Leoci difeso da Giuseppe Guastella e Annarita Saracino difeso da Pietro Zanzarelli.

I fatti contestati risalgono a un periodo compreso tra il 2007 e il 2009. Secondo l'accusa gli imputati avrebbero denunciato sinistri mai accaduti, il primo tra una Smart e una Seat Marbella, il secondo tra un'Alfa 147 e una Renault Scenic, il terzo tra una 600 e una Jeep e infine tra una 600 e una moto Yamaha. Alla fine, se non si è potuto verificare che effettivamente i sinistri erano realmente accaduti, dagli approfondimenti 'investigativi' svolti dalla compagnia assicurativa non si è potuto sostenere il contrario. Ergo, è caduta l'accusa di truffa per tutti e dieci gli imputati. Nessun poncio.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun poncio, dieci assoluzioni

BrindisiReport è in caricamento