rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Paziente scatena il finimondo al Perrino. Aggrediti medici, infermieri e poliziotti

E' scoppiato il finimondo, questo pomeriggio, nel reparto di Neurochirurgia dell'ospedale Perrino. Un minorenne ricoverato in Terapia intensiva si è scagliato contro medici, poliziotti e infermieri perché voleva lasciare la struttura. E' uno dei 4 giovani ribaltatisi dopo l'inseguimento con la Finanza

BRINDISI – E’ scoppiato il finimondo, questo pomeriggio, nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale Perrino di Brindisi. Un minorenne ricoverato in Terapia intensiva si è scagliato contro medici, poliziotti e infermieri perché voleva lasciare a tutti i costi la struttura. Si tratta di uno dei quattro giovani che viaggiavano a bordo dell’Alfa 156 cappottatasi sulla litoranea salentina la notte fra giovedì e venerdì, durante un inseguimento con una pattuglia della guardia di finanza (nell’auto venne poi recuperata una fontana di ghisa di presunta provenienza furtiva).

A riportare le conseguenze peggiori era stato proprio il minorenne, trasferito in Neurochirurgia con un ematoma alla testa. Intorno alle 14 odierne, il paziente ha cominciato a dare in escandescenze. Il personale sanitario, di concerto con i famigliari dello stesso, lo ha sedato. Ma questo non è servito a tranquillizzarlo. Intervenuto immediatamente, l’unico agente in servizio presso il posto fisso di polizia del Perrino, supportato da una guardia giurata, ha dovuto chiedere ausilio ai colleghi della sezione volanti.

Prima dell’arrivo dei rinforzi, lo stesso agente, il vigilantes, due medici (di cui uno rianimatore) e tre infermieri sono stati colpiti più volte da alcuni parenti del ragazzo. La situazione, insomma, era diventata ingovernabile. E sono trascorse delle ore prima che in reparto tornasse il sereno. I poliziotti sono rimasti sul posto fino a tarda sera.

Dell'accaduto sono state informate anche la procura della Repubblica di Brindisi e la Procura dei minori di Lecce, che in questi minuti stanno valutando come procedere nei confronti delle persone coinvolte nella baruffa. Le vittime si stanno facendo refertare. Nessuna di esse, per fortuna, ha riportato gravi ferite. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paziente scatena il finimondo al Perrino. Aggrediti medici, infermieri e poliziotti

BrindisiReport è in caricamento