rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Neve e disagi: treni in tilt. Previsioni

BARI - Le regioni meridionali italiane continueranno ad essere interessate da tempo perturbato ancora nelle prossime 24-36 ore. Non cede il passo all'alta pressione, infatti, la vasta area depressionaria presente sul Mediterraneo ormai da giorni. Lo comunica la Protezione civile che ha emesso un nuovo avviso di avverse condizioni meteorologiche. Dalle prime ore di domani si prevedono nuove precipitazioni, a carattere di rovescio o temporale, anche sulla Puglia. Giornata pesante, quella di oggi, sopratutto sul fronte dei trasporti: treni in tilt in tutta la regione. Ed è polemica.

BARI - Le regioni meridionali italiane continueranno ad essere interessate da tempo perturbato ancora nelle prossime 24-36 ore. Non cede il passo all'alta pressione, infatti, la vasta area depressionaria presente sul Mediterraneo ormai da giorni. Lo comunica la Protezione civile che ha emesso un nuovo avviso di avverse condizioni meteorologiche. Dalle prime ore di domani si prevedono nuove precipitazioni, a carattere di rovescio o temporale, anche sulla Puglia. Giornata pesante, quella di oggi, sopratutto sul fronte dei trasporti: treni in tilt in tutta la regione. Ed è polemica.

Il maltempo concederà una breve pausa nella giornata di giovedì, ma già dalla serata una veloce perturbazione proveniente dal Nord Europa inizierà ad interessare le regioni settentrionali con prime deboli nevicate che si estenderanno velocemente a tutto il Paese nella giornata di venerdì quando i fenomeni riguarderanno le quote basse del centro. Il fine settimana, infine, stando alle attuali elaborazioni, si caratterizzerà dal persistere di tempo perturbato al centro-sud dove non si escludono ancora nevicate fino a quote collinari.

Diversi i Comuni che hanno emesso ordinanza di chiusura delle scuole, secondo quanto rende noto la Protezione civile. Provincia di Taranto: Laterza, Crispiano, Mottola, Ginosa Castellaneta e Martina Franca; Provincia Bat: Bisceglie, Barletta, Trani, Andria, Minervino Murge e Spinazzola; Provincia di Foggia: il capoluogo e circa il 60% dei comuni. Nelle prossime 12 ore sono previste precipitazioni nevose sotto i 200 metri. Provincia di Bari: Valenzano, Bari, Turi, Santeramo, Poggiorsini, Acquaviva, Altamura, Terlizzi, Adelfia, Sanmmichele, Alberobello, Molfetta, Triggiano, Capurso, Casamassima e Noicattaro; Province di Brindisi e di Lecce: nessun comune ha emesso ordinanza.

Oggi, intanto, è stata una giornata critica sul fronte del trasporto. A causa della neve caduta in Puglia è rimasta a lungo bloccato la circolazione ferroviaria, sospesa sulla Foggia-Benevento, Foggia-Potenza e Barletta-Spinazzola. Rallentata invece sulle principali linee regionali Bari-Foggia, Lecce-Bari, Bari-Taranto e Brindisi-Taranto. E non sono mancate le polemiche: "È bastata una nevicata in Puglia, neppure in tutta la regione, per isolarla completamente dal resto d'Italia nei collegamenti ferroviari", ha attaccato il deputato di Italia dei Valori, Pierfelice Zazzera. "Chiederemo a Moretti - sottolinea il deputato - di spiegarci le ragioni di questi incredibili disservizi anche laddove in Puglia la neve non è arrivata copiosa o non è arrivata affatto, ma i treni sono rimasti ugualmente fermi".

È stato trovato vivo, invece, l'automobilista che risultava disperso nel barese a causa del maltempo da stamattina. I vigili del fuoco lo hanno trovato in un'area impervia tra Gravina in Puglia e Poggiorsini, sulla Murgia. La sua vettura pare sia rimasta bloccata da mezzo metro di neve. I vigili del fuoco sono riusciti a liberare la macchina e quindi a salvare l'uomo che, comunque, risulta essere in buone condizioni fisiche.

Il Dipartimento della Protezione civile, intanto, continuerà a seguire l'evolversi della situazione su tutto il territorio regionale. L'assessore alla Protezione civile, Fabiano Amati ha illustrato le previsioni del tempo e ha riferito di come sia costantemente monitorata la gestione dei servizi a rete, ad esempio l'Enel, insieme alle prefetture. "Dovremo - ha spiegato Amati - porre attenzione anche al bollettino del rischio idrogeologico e idraulico, con la verifica degli effetti al suolo per alluvioni e frane: prevista criticità ordinaria a Foggia e criticità moderata a Bari e Bat".

Amati ha ringraziato il personale a tempo determinato della sala operativa della Protezione civile che, nonostante lo stato di agitazione, ha revocato di fatto la metodologia scelta per protestare. "Si tratta di una protesta a nostro avviso giusta, visto che sono sempre in prima linea per assicurare i servizi pur in presenza di una precaria situazione lavorativa. Rinnovo quindi la solidarietà mia e del governo regionale al personale: ove esso non esistesse, non potremmo raccontare le cose che facciamo". La sala operativa è infatti in funzione 24 ore su 24 dal 3 febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve e disagi: treni in tilt. Previsioni

BrindisiReport è in caricamento