rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Cellino San Marco

Niente autopsia sul ciclista travolto

CELLINO SAN MARCO – Il guidatore della Volvo che ieri sera ha investito e ucciso il 51enne Antonello Arsieni sulla strada per San Donaci, non era sotto l'effetto dell'alcool. Il ciclista, dicono i testi, è comparso di colpo sulla carreggiata.

CELLINO SAN MARCO - Il guidatore della Volvo, Pierluigi Ferulli, 26enne di Cellino San Marco, che ieri sera ha investito e ucciso il 51enne Antonello Arsieni sulla strada per San Donaci, la provinciale 75, che la vittima percorreva in sella alla propria bicicletta, non era sotto l'effetto dell'alcool. I test cui è stato sottoposto il giovane per accertare se si era messo alla guida con un tasso alcolemico elevato sono risultati negativi. Nella mattinata di oggi, inoltre, la salma di Arsieni è stata restituita alla famiglia. Il pubblico ministero di turno, Giuseppe De Nozza, non ha ritenuto opportuno disporre l'esame autoptico sul corpo della vittima. Ha confermato, invece, il sequestro dei mezzi, che saranno sottoposti a ulteriori perizie tecniche.

La dinamica dell'incidente, ricostruita minuziosamente dai carabinieri della stazione di Cellino San Marco, al comando del maresciallo Giancarlo Milo, sembra essere chiara. Ferulli, insieme al suo amico Paolo Martina, 27enne di Cellino, nonché proprietario della Volvo, poco dopo le 20 stava percorrendo la provinciale 75 per raggiungere il vicino comune di San Pancrazio dove avrebbero disputato una partita di calcetto, quando all'improvviso avrebbero visto sbucare la bicicletta con a bordo il 51enne Antonello Arsieni. Un paio di automobilisti, prima di loro, da quanto hanno accertato i carabinieri, pare siano riusciti con non poche difficoltà a scansare quel ciclista.

La Volvo non ci è riuscita, il 51enne è stato scaraventato nelle campagne circostanti perdendo la vita sul colpo. Inutile ogni tentativo di soccorso. Dopo le formalità di rito il feretro è stato trasferito alla camera mortuaria del cimitero di Brindisi, in attesa nel nulla osta da parte del magistrato per la restituzione alla famiglia. Nella tarda mattinata di mercoledì la salma di Antonello Arsieni sarà trasferita nella chiesa di San Marco e Santa Caterina a Cellino San Marco, a cura della delle onoranze funebri De Blasi, e alle 16 saranno celebrati i funerali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente autopsia sul ciclista travolto

BrindisiReport è in caricamento