Cronaca Carovigno

"Niente xylella a Torre Guaceto, ma c'è un focolaio all'esterno dell'oasi"

Delle piante infette sono state scoperte nell'agro di Carovigno nel corso di attività di campionamento dell'Arif. "Contenti per il risultato, ma l'attenzione resta alta"

Il batterio della Xylella finora ha risparmiato la riserva naturale di Torre Guaceto, ma un focolaio è stato riscontrato all’esterno dell’oasi, in agro di Carovigno. E’ quanto emerge dalle attività di campionamento delle piante presenti negli 800 ettari di terreni agricoli e nei 300 di zona umida e macchia mediterranea insistenti all’interno dell’oasi che si sono svolti nelle scorse settimane. Il personale Arif (Agenzia Regionale per le attività Irrigue e Forestali) coadiuvato da uomini e mezzi del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto ha svolto un lavoro minuzioso volto a verificare l’eventuale presenza all’interno dell’Area Protetta di piante infette.

“Un grande risultato, un’immensa soddisfazione – si legge in una nota del consorzio di gestione della riserva - per l’ente gestore ed i suoi agricoltori. Ma se pur orgogliosi dell’evidenza ottenuta, non è possibile tirare un completo sospiro di sollievo”.

C’è il problema, però, del focolaio scoperto, come detto, all’esterno della riserva, in particolare lungo la linea ferroviaria che collega la città della ‘Nzegna a Bari. “Scoperta l’area attaccata dal batterio – fa sapere il consorzio -i tecnici hanno immediatamente attenzionato tutte le piante ad essa limitrofe. Fortunatamente, in base a quanto ci è stato relazionato, il fenomeno è limitato”.

“Siamo molto contenti per il risultato ottenuto con le analisi Arif all’interno della Riserva – ha dichiarato il presidente del Consorzio di Torre Guaceto, Vincenzo Epifani -, ma non possiamo festeggiare per via dell’esito avuto dagli stessi campionamenti fuori dalla nostra Area Protetta. Ora dobbiamo mantenere alta l’attenzione sul fenomeno e siamo pronti a dispiegare tutte le nostre forze per collaborare l’Agenzia regionale al fine di giungere ad una buona risoluzione della problematica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Niente xylella a Torre Guaceto, ma c'è un focolaio all'esterno dell'oasi"

BrindisiReport è in caricamento