rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Nigeriano assolto, il PD: "Lo sceriffo Proto fuori dal consiglio, e ai vigili sia data una guida"

FRANCAVILLA FONTANA - Sul caso del cittadino nigeriano richiedente asilo, ingiustamente carcerato per una decina di giorni a causa di una montatura, che ora vedrà indagato il presunto responsabile Beniamino Proto, consigliere comunale del Pdl e promotore del progetto delle ronde urbane a Francavilla Fontana, riceviamo e pubblichiamo un comunicato del PD locale, che critica anche l'operato della polizia urbana, chiede la nomina urgente del comandante, e preme affinchè le dimissioni dello stesso Proto vengano accolte.

FRANCAVILLA FONTANA - Sul caso del cittadino nigeriano richiedente asilo, ingiustamente carcerato per una decina di giorni a causa di una montatura, che ora vedrà indagato il presunto responsabile Beniamino Proto, consigliere comunale del Pdl e promotore del progetto delle ronde urbane a Francavilla Fontana, riceviamo e pubblichiamo un comunicato del PD locale, che critica anche l'operato della polizia urbana, chiede la nomina urgente del comandante, e preme affinchè le dimissioni dello stesso Proto vengano accolte.

"Il partito Democratico di Francavilla Fontana plaude il lavoro svolto dalla magistratura, che in tempi brevi ha posto fine ad una situazione incresciosa e paradossale di cui pagava le conseguenze un innocente che ha dovuto subire il carcere per più di 10 giorni. Non risulta superficiale interrogarsi sul destino del ragazzo qualora non ci fosse stata la coraggiosa testimonianza della semplice cittadina Alessandra Latartara, contro le manie di protagonismo del consigliere comunale del PDL Benedetto Proto.

E' gravissimo il danno che l'intera cittadinanza ha subito, in questo periodo storico in cui lo scontro razziale è più vivo che mai, nel risultare rappresentata dal consigliere Proto come città razzista. Non volendo processare l'azione della Polizia municipale, che probabilmente è rimasta coinvolta inconsapevolmente in una farsa montata ad arte, ci auguriamo che si tratti di un caso isolato e che gli organi di competenza provvedano subito a munire l'intero Comando della guida che evidentemente manca.

Riteniamo comunque che sia ingiustificabile l'aver chiesto l'ausilio del Proto in un'azione che lo stesso PM ha definito di "dubbia legittimità". Pur consapevoli del valore e della indispensabilità dell'azione della Polizia municipale, non possiamo non sottolineare che questa volta si è trattato di una distorsione dei propri compiti istituzionali e auspichiamo che in futuro qualsiasi richiesta di intervento venga dirottata verso i carabinieri, certamente più legittimati e preparati professionalmente ad affrontare casi simili.

L' "intemperanza razziale" (per utilizzare la definizione del pm Giuseppe De Nozza) di Benedetto Proto non può rimanere impunita perché ha gettato nel fango l'immagine di un'intera comunità storicamente dedita all'accoglienza dei più bisognosi e che non dimentica i torti subiti negli anni passati e nei giorni nostri dai propri migranti vecchi e nuovi.

Riteniamo giuste quanto inevitabili le dimissioni del consigliere a seguito della sentenza.

Pretendiamo che la Polizia municipale chiarisca il suo operato e ne dimostri la buonafede dissociandosi dall'ingiusta accusa portata avanti dal Proto, definendo quanto prima il proprio organico e necessarie competenze per venire incontro alle aspettative di sicurezza della cittadinanza.

Pretendiamo che Benedetto Proto, al pari di quanto fatto in maniera umile ed elogiabile dal pm, seppure in posizione nettamente differente, faccia le proprie scuse al ragazzo nigeriano che a causa delle sue tendenze evidentemente xenofobe ha dovuto subire ingiustamente il carcere.

Pretendiamo, infine, che sia lo stesso sindaco a bollare con durezza l'ingiustizia perpetrata dal Proto e a chiedere scusa a nome dell'intera comunità francavillese ad Osaf Friday, chiudendo questa ignobile faccenda con il ritiro delle ronde, la cui potenziale pericolosità è stata dimostrata dall'improvvisato sceriffo Proto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nigeriano assolto, il PD: "Lo sceriffo Proto fuori dal consiglio, e ai vigili sia data una guida"

BrindisiReport è in caricamento