menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Polfer di Brindisi arresta ricercato per narcotraffico sul Bari-Lecce

Un 34enne cittadino nigeriano, colpito da mandato di arresto europeo, aveva cercato di sottrarsi al controllo

BRINDISI – Un cittadino nigeriano ricercato da due mesi per un traffico internazionale di stupefacenti è stato catturato questa mattina da personale della Polizia ferroviaria della sottosezione di Brindisi, in servizio di scorta sul treno regionale 12527 Bari-Brindisi-Lecce, considerato “critico” –spiega la stessa Polfer – “nell’ambito della periodica analisi criminale effettuata dal Compartimento”, perché è uno dei convogli a rischio utilizzato di frequente da soggetti che delinquono.

Pertanto, la pattuglia a bordo del treno ha effettuato un attento controllo sui passeggeri. E non è sfuggito il comportamento di un cittadino straniero che alla vista dei poliziotti si è alzato dal suo posto per cambiare carrozza. Gli agenti lo hanno raggiunto e bloccato, procedendo alla sua identificazione e alla verifica della sua posizione attraverso la banca dati delle forze dell’ordine. La risposta è giunta rapidamente, sui dispositivi elettronici in dotazione alle pattuglie Polfer di scorta ai treni.

Il sospetto, il 34enne nigeriano Joseph Sunday Okonta, risultava titolare di un regolare permesso di soggiorno in Italia, ed anche i suoi documenti erano in regola, ma a suo carico pendeva un mandato di arresto europeo spiccato dalla magistratura della Repubblica Ceca il 24 aprile scorso, nell’ambito di una indagine su un traffico di droga tra Olanda, Zanzibar e lo stesso Paese Ue. Dichiarato in arresto, Okonta è stato trasferito momentaneamente nel carcere di Brindisi in attesa dell’estradizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento