menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nonna ultranovantenne aggredita dal nipote: emesso divieto di avvicinamento

Un 35enne, a seguito di un rimprovero, lancia un telefono cellulare addosso all'anziana e rompe una sedia di legno

LATIANO - Anziché accudire sua nonna, la trattava con violenza. E’ stata eseguita un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare e divieto di avvicinamento ai luoghi frequen-tati dalla parte offesa nei confronti di un 35enne di Latiano (C.C. le iniziali del suo nome.). Le indagini sono state condotte dai poliziotti del commissariato di Mesagne a partire dal giorno di Ferragosto, quando una Volante intervenne a Latiano per una lite in famiglia. 

Dalla ricostruzione fatta sul posto dagli agenti, era emerso che una donna ultranovantenne, nonna di tutte le parti in causa, ospitava nella sua casa due nipoti, fratelli, disoccupati, che si erano assunti l’impegno di prendersi cura di lei.

In occasione dell’intervento, la pensionata aveva lamentato ai poliziotti che le cure non erano né assidue né corrette a causa del comportamento negligente dei nipoti, aggiungendo, altresì, di essere stata anche aggredita da uno di essi. La nonna riferì infatti che intorno alle ore 14:00, aveva rimproverato uno dei nipoti perché giunto in ritardo, motivo per il quale aveva saltato il pranzo. Al rimprovero il nipote aveva reagito aggredendo verbalmente la malcapitata e lanciandole addosso il cellulare, nonché rompendo una poltroncina in legno, i cui pezzi colpirono l’anziana. 

I successivi accertamenti condotti, hanno consentito di ricostruire più comportamenti del nipote, verosimilmente riconducibili ad un eccessivo consumo di alcolici, tali da determinare l’emissione del provvedimento di allontanamento dalla casa e di divieto di avvicinamento all’anziana donna ed altri parenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento