rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

La nomina dopo gli insulti. E la speranza vacilla

Non solo libertà di offendere chi non la pensa come lui e di esibirsi in esternazioni da Klu Klux Klan (violando i principi fondativi e costituzionali della nostra Repubblica che aborre il razzismo e ogni forma di discriminazione), ma ora anche l’incarico fiduciario

Non solo libertà di offendere chi non la pensa come lui e di esibirsi in esternazioni da Klu Klux Klan (violando i principi fondativi e costituzionali della nostra Repubblica che aborre il razzismo e ogni forma di discriminazione), ma ora anche l’incarico fiduciario di sovrintendente alle operazioni di sgombero e di vigilanza sul dormitorio dei migranti. Ma il commissario prefettizio e l’amministratore unico di Brindisi Multiservizi hanno letto i post su Facebook del signor Alessandro Trane? Le cose che ha scritto sul parroco che difendeva i migranti?  Oppure anche solo i giornali che ne parlavano? Oggi l’autore di questa copiosa e recente letteratura può tranquillamente esibire come un trofeo, sempre su Facebook, il nuovo incarico. Avevamo qualche speranza, ma ora abbiamo capito tutto. La nottata sarà ancora lunga.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nomina dopo gli insulti. E la speranza vacilla

BrindisiReport è in caricamento