Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

"Non andare a mare con tua madre". Poi la picchia in strada

BRINDISI – Non voleva che la 15enne che pare sia una sua figlia naturale, concepita in giovanissima età, andasse al mare con la madre con la quale il protagonista della vicenda non convive più da qualche tempo. E così nel caldo opprimente del primo pomeriggio di sabato scorso, Giovanni Barnaba, 33 anni, brindisino con vari precedenti penali e sottoposto al regime della sorveglianza speciale, ha picchiato in strada la ragazza. Sono stati gli agenti di una pattuglia della Sezione volanti a bloccarlo, subito spalleggiati dai colleghi di un secondo equipaggio.

Giovanni Barnaba

BRINDISI - Non voleva che la 15enne che pare sia una sua figlia naturale, concepita in giovanissima età, andasse al mare con la madre con la quale il protagonista della vicenda non convive più da qualche tempo. E così nel caldo opprimente del primo pomeriggio di sabato scorso, Giovanni Barnaba, 33 anni, brindisino con vari precedenti penali e sottoposto al regime della sorveglianza speciale, ha picchiato in strada la ragazza. Sono stati gli agenti di una pattuglia della Sezione volanti a bloccarlo, subito spalleggiati dai colleghi di un secondo equipaggio.

E' accaduto nelle centralissima via Cristoforo Colombo, a Brindisi, tra la gente. Mentre alcuni poliziotti si occupavano di soccorrere e mettere al sicuro la 15enne, visibilmente sotto shock, e poi di portarla al pronto soccorso dell'ospedale Perrino, la seconda volante ha condotto in questura Giovanni Barnaba. Il quale ha anche cercato vanamente di fuggire dagli uffici dove era stato condotto per formalizzarne l'arresto in flagranza di reato.

A carico di Barnaba si sta procedendo per violenza privata, percosse, lesioni, minacce e violazione degli obblighi connessi alla sorveglianza speciale, tutti aggravati dalla futilità dei motivi e dall'età della minore. La quale non aveva inteso obbedire all'intimazione di non seguire la madre in spiaggia, respingendo quindi anche le minacce che ne sono seguite. Per questo la ragazza è stata sottoposta ad una scarica di calci e schiaffi, sino a quando non sono arrivati gli agenti. Per lei la prognosi dei sanitari è stata di 15 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non andare a mare con tua madre". Poi la picchia in strada

BrindisiReport è in caricamento