menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non raccoglie gli escrementi del proprio cane: "immortalato" e multato

Tre gli episodi contestati. Il trasgressore ha ricevuto una multa per ognuna delle infrazioni accertate

MESAGNE - Dopo la lotta all’abbandono selvaggio di rifiuti ancora una volta le telecamere “foto-trappola” in dotazione al Comando della Polizia Locale sono state di grande aiuto per individuare i «nemici del decoro urbano».

In questa occasione i controlli della Municipale hanno riguardato le numerose vie urbane lastricate da escrementi di cani. In particolare gli agenti coordinati dal ten. Fantasia si sono concentrati su via San Donaci, una delle arterie principali della città dalla quale da tempo giungevano al Comando segnalazioni sulla presenza di deiezioni animali sui marciapiedi ed a ridosso delle abitazioni.

Con l’aiuto delle foto-trappole i vigili hanno identificato G.F. di 34 anni «il quale mentre portava a spasso il proprio cane nelle prime ore del mattino era solito non raccogliere le deiezioni dell’animale». Le telecamere hanno immortalato l’uomo per tre volte a distanza di pochi giorni.

Al conduttore del cane è stato elevato un verbale di contravvenzione - che la norma prevede da 25 a 500 euro (art. 7 bis -D. Lgs. 18/8/2000, n. 267 e successive modificazioni) - per ognuna delle infrazioni accertate. Il Comando di Polizia Locale ricorda che la presenza di escrementi di cani a ridosso delle abitazioni, oltre ad essere un comportamento incivile che genera mancato decoro della città, provoca numerosi disagi ai cittadini e può comportare seri rischi per la salute e l’igiene, specialmente dei bambini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento