Cronaca Ostuni / Via Goffredo Mameli

Non riusciva a trovare un lavoro: operaio si impicca per disperazione

Uno stato di depressione causato dalla difficoltà a trovare lavoro pare sia alla radice dell'insano gesto compiuto da un operaio edile 38enne di Ostuni che nel tardo pomeriggio è stato trovato impiccato all'interno della sua abitazione in via Goffredo Mameli, traversa di via Mazzini. I famigliari non avevano notizie del loro congiunto dalla tarda mattinata

OSTUNI – Uno stato di depressione causato dalla difficoltà a trovare un lavoro pare sia alla radice dell’insano gesto compiuto da un operaio edile 38enne di Ostuni che nel tardo pomeriggio è stato trovato impiccato all’interno della sua abitazione in via Goffredo Mameli, traversa di via Mazzini. I famigliari non avevano notizie del loro congiunto dalla tarda mattinata odierna.

La madre e il fratello lo aspettavano per pranzo. Ma lui non si è presentato e risultava irreperibile. Nel primo pomeriggio, è scattato l’allarme. Le ricerche sono partite immediatamente. Destava una certa preoccupazione il fatto che l’automobile del 38enne fosse parcheggiata a pochi passi dal suo appartamento, in fase di ristrutturazione, nel cuore della Città Bianca.

Il fratello ha quindi chiesto l’intervento sul posto dei vigili del fuoco e dei poliziotti del locale commissariato. La porta di ingresso era chiusa a chiave dall'interno. Dopo averla sfondata, i pompieri si sono imbattuti nel corpo privo di vita dell’ostunese, con un lenzuolo legato alla sbarra metallica di una finestra e annodato stretto intorno al collo.

L'operaio viveva da solo. Non aveva figli. Sulla base di quanto riferito dai suoi fratelli alle forze dell’ordine, da almeno un paio di mesi era inquieto perché non riusciva a trovare un impiego. E quest’oggi, purtroppo, la sua triste vicenda ha avuto un drammatico epilogo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non riusciva a trovare un lavoro: operaio si impicca per disperazione

BrindisiReport è in caricamento