rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Non si ferma all'alt, poi simula furto

PEZZE DI GRECO – Non si ferma al posto di controllo dei carabinieri e quando viene inseguito si schianta contro un muretto a secco, abbandona l'auto (con all'interno una mini fiamma ossidrica e uno spadino) e fugge a piedi, poi telefona a un'amica e le dice di recarsi in caserma e denunciare il furto della sua vettura ma i carabinieri lo rintracciano poco dopo.

PEZZE DI GRECO - Non si ferma al posto di controllo dei carabinieri e quando viene inseguito si schianta contro un muretto a secco, abbandona l'auto (con all'interno una mini fiamma ossidrica e uno spadino) e fugge a piedi, poi telefona a un'amica e le dice di recarsi in caserma e denunciare il furto della sua vettura ma i carabinieri lo rintracciano poco dopo.

Sia lui che la sua complice vengono denunciati a vario titolo per simulazione di reato, falsità in scrittura privata, uso di atto falso, possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. Protagonisti di questo episodio un 26enne di Monopoli (Ba), F.L., volto già noto alle forze dell'ordine e una donna di 21 anni, di Pezze di Greco, M.C.

I fatti risalgono alla sera del 15 gennaio scorso. Il 26enne cercò di eludere i controlli molto probabilmente perché aveva l'auto carica di attrezzi utilizzati per i furti. All'interno della vettura, infatti, i militari hanno trovato una mini fiamma ossidrica e uno spadino. Il tagliando dell'assicurazione, poi, era contraffatto. Nonostante la precipitosa fuga i carabinieri riuscirono a individuare quell'automobilista che si era dissolto nel buio.

La conferma che si trattava del 26enne di origini baresi, arrivò qualche ora dopo quando una donna si presentò in caserma per denunciare il furto di un'auto che era parcheggiata sotto la sua abitazione. La vettura presumibilmente rubata però era della stessa persona su cui erano caduti i sospetti dei militari. Accurate indagini hanno permesso di accertare la verità e i due sono stati denunciati.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma all'alt, poi simula furto

BrindisiReport è in caricamento