rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca Via Giovanni Castromediano

Nonno Dante se ne va a 103 anni. Storico guardiano dei fari, il più anziano di Brindisi

Dante Tarantino, la persona più anziana di Brindisi, si è spento stamani nella sua abitazione al rione Casale. Aveva 103 anni. Il prossimo 23 giugno ne avrebbe compiuti 104. Ha trascorso una vita sul mare. Per decenni è stato guardiano dei fari. Fino a poco tempo fa lo si vedeva andare in giro a fare la spesa, sempre in giacca e cravatta. Fra i residenti del Casale era conosciutissimo

BRINDISI – Dante Tarantino, la persona più anziana di Brindisi, si è spento stamani nella sua abitazione al rione Casale. Aveva 103 anni. Il prossimo 23 giugno ne avrebbe compiuti 104. Ha trascorso una vita sul mare. Per decenni è stato guardiano dei fari. Fino a poco tempo fa lo si vedeva andare in giro a fare la spesa, sempre in giacca e cravatta. Fra i residenti del Casale era conosciutissimo. In suo onore, un panificio del posto aveva persino dato vita ai biscotti di “nonno Dante”. 

Nato a La Spezia, poi imbarcato su una unità della Regia Marina per prestare servizio nel Mediterraneo centrale con base in Libia (la celebre torpediniera Calatafimi che affrontò da sola le corazzate e gli incrociatori francesi che bombardavano Genova il 14 giugno del 1940, medaglia d’oro al suo comandante Giuseppe Brignole), dal 1945 arsenalotto a Brindisi, poi specialista in disattivazione di mine navali nel grande periodo delle bonifiche Il faro di Forte a Mare-2post-belliche, sino a diventare dal 1952, quando la sua famiglia vi si trasferì definitivamente con lui, responsabile di tutti i segnalamenti marittimi del nostro porto, passando al servizio civile“

Dante Tarantino si occupava del faro aereo-marittimo sul traliccio collocato nel punto più alto di Forte a Mare, una pregevole opera di architettura industriale ancora circondato dai tralicci che lo tengono in sicurezza e in attesa di essere ripristinato, di quello in totale abbandono di Punta Riso (altro esempio di architettura industriale marittima che andrebbe recuperato), di quello dello scoglio Traversa alle Pedagne,  e dei fanali di Punta di Torre Cavallo, delle secche del Fico e dell’Arco, e di quelli del Canale Pigonati (nella foto a destra, il faro di Forte a Mare).

Fino a quando le forze gliel’hanno permesso, andava a trovare regolarmente in aereo una figlia che abita a Milano. Sette anni fa, sempre a Milano, si fece persino un giro sulla Harley Davidson guidata dal nipote. Degli anni della sua gioventù, gran parte trascorsi con la divisa della Marina Militare, conservava l’abitudine a vestire sempre in maniera sobria e compunta, il tono di voce autorevole, ma senza nulla togliere alla sua amabilità. 

Viveva in via Castromediano. Lascia tre figli, sette nipoti e cinque pronipoti. I funerali si svolgeranno alle ore 10 di domani (9 marzo), presso la chiesa Ave Maris Stella di via Duca degli Abruzzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonno Dante se ne va a 103 anni. Storico guardiano dei fari, il più anziano di Brindisi

BrindisiReport è in caricamento