Cronaca

Norman Atlantic: a Bari con i rimorchiatori Barretta, via tra tre giorni

Nessun'altra offerta, all'infuori di quella presentata dai rimorchiatori greci che però è stata giudicata meno vantaggiosa rispetto a quella della società brindisina Barretta.

BRINDISI - Nessun’altra offerta, all’infuori di quella presentata dai rimorchiatori greci che però è stata giudicata meno vantaggiosa rispetto a quella della società brindisina Barretta. Saranno quindi con tutta probabilità i rimorchiatori brindisini che hanno condotto a Brindisi la nave Norman Atlantic, su cui il 28 dicembre scorso è divampato un grosso incendio che ha provocato morti, feriti e dispersi, a trainare il relitto da Brindisi al porto di Bari. Le operazioni, per cui si i attende soltanto l’ok definitivo della procura di Bari, potrebbero cominciare tra giovedì e venerdì, se le condizioni meteo, così come previsto, lo consentiranno.

E’ quanto è emerso al termine di una riunione che si è svolta presso l’autorità portuale alla presenza di tutte le autorità coinvolte, inclusi i comandanti della capitaneria di Bari e Brindisi. Sarà proprio il capitano di vascello Mario Valente a firmare l’autorizzazione al viaggio e a organizzare le operazioni in sicurezza, con l’apporto dei vigili del fuoco. Prima di procedere, è emerso oggi, sarà necessario occuparsi di ulteriori accorgimenti, quali l’eliminazione delle acque sporche e il blocco dei timoni e delle eliche. A quanto stabilito nel provvedimento dei pm Ettore Cardinali e Federico Perrone Capano, la nave Norman Atlantic sarà ormeggiata alla banchina 12 che si trova nei pressi del ‘Vecchio molo borbonico” e del Terminal crociere.

A Bari proseguiranno le ispezioni all’interno del traghetto: si procederà all’apertura del portellone posteriore e al trasporto all’esterno dei singoli mezzi per proseguire le ricerche dei corpi che potrebbero trovarsi ancora all’interno del relitto. Il bilancio conta al momento 10 vittime accertate, e 18 dispersi, due dei quali gli inquirenti ritengono che siano caduti in mare e che non sia stato possibile recuperarli. Una delle vittime, il cui corpo è stato trovato carbonizzato su un tir greco che si trovava all’interno del ponte 4 della Norman Atlantic, non è stata ancora identificata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Norman Atlantic: a Bari con i rimorchiatori Barretta, via tra tre giorni

BrindisiReport è in caricamento