menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Notte di duro lavoro per i pompieri: 5 auto a fuoco fra capoluogo e provincia

Ben 5 auto, di cui quattro nel giro di un paio d’ore, sono andate a fuoco la scorsa notte in provincia di Brindisi, costringendo i vigili del fuoco a un tour de force fra un incendio e l’altro. Almeno tre di questi pare siano accidentali. Lo è di sicuro quello che intorno alle ore 23 ha interessato una Fiat 600 parcheggiata in via Madonna della Grazie, nel centro di Torchiarolo

BRINDISI – Ben 5 auto, di cui quattro nel giro di un paio d’ore, sono andate a fuoco la scorsa notte in provincia di Brindisi, costringendo i vigili del fuoco a un tour de force fra un incendio e l’altro. Almeno tre di questi pare siano accidentali. Lo è di sicuro quello che intorno alle ore 23 ha interessato una Fiat 600 parcheggiata in via Madonna della Grazie, nel centro di Torchiarolo.

Il veicolo ha cominciato a prendere fuoco sotto lo sguardo di una pattuglia di carabinieri impegnati in un servizio di controllo del territorio. I militari hanno subito chiesto l’intervento dei pompieri. Questi si sono recati rapidamente sul posto, limitando i danni. Il rogo pare sia partito accidentalmente dal vano motore.

Episodio analogo ha riguardato anche una vecchia Opel Corsa che si trovava in sosta in via Alessandro Volta, al villaggio San Paolo. Erano circa le 00,30 quando alcuni residenti hanno contattato il 115, segnalando due auto in fiamme. Già, perché la combustione sprigionatasi dalla Opel ha investito anche una Toyota Yaris parcheggiata nelle vicinanze. Nel giro di pochi minuti sono intervenuti i pompieri e un equipaggio di poliziotti della Sezione volanti. Da quanto accertato dai vigili del fuoco, l’incendio potrebbe essere riconducibile a un cortocircuito dell’impianto elettrico.

Il terzo incendio accidentale si è verificato intorno alle ore 2 sulla strada statale che collega Brindisi a Taranto. Un automobilista si è subito fermato presso una piazzolla di sosta alla vista di una colonna di fumo che fuoriusciva dal motore. Fortunatamente il conducente non ha riportato alcuna ferita e ha potuto chiedere aiuto ai vigili del fuoco.

E’ di probabile origine dolosa, invece, il rogo che ha devastato una Opel Tigra rinvenuta su un terreno agricolo adiacente alla strada provinciale che collega Ostuni a Torre Pozzelle. L’episodio si è verificato intorno alle ore 2. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco del distaccamento della Città Bianca e i poliziotti del locale commissariato al comando del commissario capo Gianni Albano.

Dagli accertamenti effettuati dalle forze dell’ordine è emerso che la vettura risultava intestata a una donna di Barletta che alcuni giorni fa ne aveva denunciato lo smarrimento. Pur non avendo riscontrato tracce di dolo, quindi, in questo caso l’ipotesi di un cortocircuito pare abbastanza remota. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento