menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incendio al bocciodromo di S.Elia

L'incendio al bocciodromo di S.Elia

Notte di incendi e furti, nel mirino dei balordi anche un bocciodromo al S.Elia

BRINDISI – Notte appena trascorsa e prime ore del mattino di lavoro per vigili del fuoco e volanti della polizia, per due incendi dolosi e un furto all’interno di una sala giochi. Colpiti il bocciodromo di S.Elia, un’auto privata al Casale e un luogo di ritrovo ai Cappuccini. L’unica vicenda che ha retroscena non chiari è tuttavia quella avvenuta al Casale, nei pressi del Villaggio Pescatori.

BRINDISI - Notte appena trascorsa e prime ore del mattino di lavoro per vigili del fuoco e volanti della polizia, per due incendi dolosi e un furto all'interno di una sala giochi. Colpiti il bocciodromo di S.Elia, un'auto privata al Casale e un luogo di ritrovo ai Cappuccini. L'unica vicenda che ha retroscena non chiari è tuttavia quella avvenuta al Casale, nei pressi del Villaggio Pescatori.

Qui, attorno alle 4 del mattino di oggi, le fiamme si sono levate alte da un'Alfa 156 parcheggiata in via Primo Longobardo, nei pressi della farmacia che si trova sopra al Villaggio Pescatori. L'incendio è stato domato in breve tempo, ma la vettura ha riportato danni che l'hanno resa inutilizzabile. Nessuna traccia di taniche di liquido infiammabile, ma per la polizia, intervenuta sul posto, vi sono pochi dubbi circa la matrice dolosa del fatto. Il proprietario dell'auto è Nicola Traversa.

Piuttosto chiaro invece lo scenario della devastazione attuata da un commando di balordi nel bocciodromo S.Lorenzo -il presidente è un ex agente della Polizia di Stato- del quartiere S.Elia, in piazza Raffaello, dove attorno alla mezzanotte tra ieri e oggi è stata forzata una finestrella sul lato posteriore del piccolo ufficio della struttura sportiva, frequentata dagli anziani del quartiere. Si trattava certamente di ladri di mezza tacca, in cerca di soldi e di qualche altra cosa da arraffare.

Probabilmente delusi per essere rimasti sostanzialmente a mani vuote, gli sconosciuti si sono dedicati alla distruzione di uno dei pochi punti di socializzazione del quartiere (che ha circa 16mila abitanti). E' stato infatti appiccato il fuoco ad un divanetto, e le fiamme si sono poi propagate al resto, carbonizzando le altre suppellettili, documenti, attrezzature. Tutto in fumo. Le piste sono state imbrattate di vernice. Anche in questo caso indaga la polizia.

Nella notte anche l'ingresso dei ladri nella sala giochi "Club Forza Brindisi", in via Osanna. obiettivo le cassette delle macchinette elettroniche. La refurtiva consiste in alcuni chili di euro, quindi il danno era da quantificare. Fallito invece un tentativo di furto in via Remo, ai danni di un negozio. I ladri sono stati costretti alla fuga mentre cercavano di penetrare nell'esercizio commerciale passando dal tetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento