rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca San Vito dei Normanni

Aggressione ai carabinieri: 3 arresti

SAN VITO DEI NORMANNI – Dai baccanali nei bar di San Vito dei Normanni al carcere di via Appia dopo una nottata fatta di alcol, minacce e rissa con i carabinieri intervenuti in loro soccorso dopo una uscita di strada con l'auto. Si conclude con tre arresti la folle notte di cinque amici ventenni di San Vito dei Normanni, tutti studenti tra cui qualche universitario, tutti incensurati, iniziata a suon di drink nei bar della cittadina.

SAN VITO DEI NORMANNI - Dai baccanali nei bar di San Vito dei Normanni al carcere di via Appia dopo una nottata fatta di alcol, minacce e rissa con i carabinieri intervenuti in loro soccorso dopo una uscita di strada con l'auto. Si conclude con tre arresti la folle notte di cinque amici ventenni di San Vito dei Normanni, tutti studenti tra cui qualche universitario, tutti incensurati, iniziata a suon di drink nei bar della cittadina.

Erano circa le 3 del mattino quando i cinque, già ubriachi fradici, mentre scorrazzavano a bordo di una Fiat Punto guidata da Marco Tedesco (20anni), sono usciti di strada andando a sbattere contro un cassonetto, fortunatamente senza riportare ferite, ma è all'arrivo della pattuglia dei carabinieri che scoppia il finimondo.

Alla vista dei militari tre dei cinque occupanti, in preda ai fumi dell'alcol danno in escandescenza volano gli insulti ("pezzi di m...") e le minacce ("ti ammazzo..."), poi scoppia la rissa a suon di calci, schiaffi e graffi ai militari dell'arma, feriti in maniera lieve che hanno riportato qualche giorno di prognosi.

Le manette non tardano a scattare - su disposizione del pm di turno Luca Buccheri - nei confronti, oltre che del conducente del veicolo, anche per il fratello Francesco Tedesco (23 anni) e Gianvito Rubino (20 anni) per l'accusa di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Per il conducente della Punto scatterà anche il ritiro della patente. La nottata brava, è proseguita dalla strada alla caserma della compagnia di San Vito dei Normanni - guidata dal capitano Ferruccio Nardacci e dal luogotenente Domenico Longo - ed ancora all'ospedale Perrino per il test alcolemico a cui i tre hanno rifiutato di sottoporsi. La sbornia hanno avuto modo di smaltirla nella casa circondariale di Brindisi. Tutti e tre stamane, dopo aver trascorso la notte al fresco, sono stati scarcerati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione ai carabinieri: 3 arresti

BrindisiReport è in caricamento