Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Strada per Pandi

Nubile: lavoratori in stato d'agitazione, bloccato conferimento in discarica

I lavoratori della ditta Nubile in servizio presso l’impianto di Cdr sulla strada per Pandi sono di nuovo in stato d’agitazione. Dalle prime luci del giorno è stato rallentato il flusso dei compattatori carichi di rifiuti provenienti dai comuni della provincia ed è stato interrotto il servizio di trasporto del rifiuto biostabilizzato verso la discarica di Formica Ambiente

BRINDISI – I lavoratori della ditta Nubile in servizio presso l’impianto di Cdr sulla strada per Pandi sono di nuovo in stato d’agitazione. Dalle prime luci del giorno è stato rallentato il flusso dei compattatori carichi di rifiuti provenienti dai comuni della provincia ed è stato interrotto il servizio di trasporto del rifiuto biostabilizzato verso la discarica di Formica Ambiente. Questo perché si stanno nuovamente verificando dei ritardi nella corresponsione degli stipendi: i dipendenti con contratto a termo indeterminato avanzano la mensilità di ottobre; quelli con contratto a tempo determinato assunti tramite agenzia interinale, avanzano anche la quattordicesima le mensilità di settembre.

La proclamazione dello stato d’agitazione è certificata da una lettera a firma del segretario provinciale della Uiltrasporti, Cosimo Greco. “Con la presente – si legge nella missiva - intendiamo contestate l’atteggiamento che la società Nubile continua ad avere nei confronti dei propri dipendenti. La società sta nuovamente ritardando la corresponsione delle retribuzioni agli stessi, non rispettando il Contratto collettivo nazionale di lavoro di categoria e gli impegni sottoscritti”. Per la Uiltrasporti, “il ripetersi di tale comportamento continua a creare non pochi disagi agli stessi, che hanno programmato i loro impegni in virtù del giorno di paga".

"Tale atteggiamento - prosegue Greco - ormai è diventato prassi consolidata, in deroga a quanto previsto dal Ccnl, la società ha di fatto modificato la giornata dei pagamenti delle retribuzioni. Posticipandola all’eventuale pagamento delle tariffe da parte dei Comuni facenti parte dell’Oga”.

La questione è seguita anche dall’organizzazione sindacale Cobas, il cui segretario generale provinciale, Danilo Reho, sollecita un incontro fra le parti il prima possibile. “Chiediamo – dichiara Reho a BrindisiReport – che venga rispettato l’accordo sottoscritto lo scorso 19 ottobre fra i sindacati e l’azienda, in presenza anche del dirigente dell’Oga, Fabio Lacinio”.

Se lo stato di agitazione con sospensione del conferimento in discarica si protrarrà per i prossimi giorni, è concreto il rischio che l’impianto di Cdr possa andare incontro a un altro collasso, con serie ripercussioni per il servizio di raccolta dei rifiuti in tutta la provincia.

Fra lunedì e mercoledì (18 novembre), intanto, rappresentanti della ditta partecipata che entro il 30 novembre subentrerà alla Nubile, la Amiu srl, hanno effettuato dei sopralluoghi sia nell’impianto di biostabilizzazione che in discarica. Va ricordato infatti che l’Oga, su esplicita richiesta del commissario straordinario dell’organo di governo d’Ambito Michele Emiliano, ha avviato il procedimento di rescissione contrattuale con la società di Gianluca Screti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubile: lavoratori in stato d'agitazione, bloccato conferimento in discarica

BrindisiReport è in caricamento