Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Energeko, arriva Lacinio. Ai dirigenti extra, indennità di 14mila euro

L'architetto, alla guida del settore Traffico, al posto dell'ingegnere Padula titolare dei settori Lavori Pubblici e rifiuti: la staffetta necessaria per superare l'incompatibilità. A Palazzo, Del Citerna rinuncia alle Attività produttive che tornano a Zizzi, capo di Gabinetto

BRINDISI- Nuovo tempo di valzer fra i dirigenti del Comune di Brindisi: alla guida tecnica della società partecipata Energeko arriva l’architetto Fabio Lacinio. Il dirigente del settore Trasporti sostituisce l’ingegnere Gaetano Padula, ritenuto incompatibile essendo stato chiamato dalla sindaca alla guida del settore Lavori pubblici dopo le dimissioni di Marco Locorotondo.

fabio lacinio-2 Gaetano Padula-2-2-2 La replica del capo di gabinetto

In tal modo l’Amministrazione cittadina ha superato la situazione di conflittualità essendo il dirigente controllore e controllato allo stesso tempo. La rotazione è stata decisa dalla prima cittadina Angela Carluccio, con decreto dello scorso 5 maggio, in pubblicazione da oggi.

Più esattamente, a Lacinio è stato “conferito incarico per l’adozione dei provvedimenti relativi ai servizi correlati alla società Energeko Gas Italia srl, in concomitanza – si legge -  della causa di incompatibilità dell’ingegnere Padula”, nominato direttore tecnico della partecipata del Comune e titolare dell’incarico di direzione e gestione Lavori pubblici, impiantistica sportiva, edilizia scolastica, energia e impianti, global service del teatro, oltre a quello di dirigente responsabile dei settori rifiuti e risanamento ambientale.

L’altra staffetta tra dirigenti riguarda la titolarità del settore Attività produttive che la sindaca aveva affidato a Costantino del Citerna alla fine dello scorso mese di dicembre. Del Citerna ha comunicato di non essere nelle condizioni di seguire l’attività istruttoria per “impossibilità personale”. I motivi? Stando a quanto si legge nel decreto della sindaca, sono riconducibili a non meglio precisate “assenze” che andranno a cadere nello stesso arco temporale in cui si renderebbe “necessario e indifferibile l’adozione di provvedimenti di gestione”.

Costantino Del Citerna-2Nicola Zizzi-2Per i consiglieri di opposizione, per lo meno quanti seguono da vicino le vicende interne a Palazzo di città, la motivazione non è affatto chiara e sembrerebbe rimandare a contrasti tra il dirigente a la sindaca. Ipotesi, supposizioni, illazioni. Fatto sta che la prima cittadina ha riaffidato il settore al capo di Gabinetto, Nicola Zizzi, il 29 aprile, vale a dire un giorno prima della manifestazione che si è svolta, con successo, nel parco del Cillarese per la festa del Lavoro.

La sindaca, inoltre, ha firmato la “determinazione per il trattamento economico degli incarichi dirigenziali extra dotazione organica che riguardano il personale interno, già reclutato mediante avviso di selezione pubblica”: il provvedimento riguarda Gaetano Padula per la direzione e gestione dei servizi di controllo risanamento ambientale e igiene urbana e Teodoro Indini alla guida dell’Urbanistica, assetto del territorio e impiantistica pubblicitaria. Lo stesso atto riguardava, sino alle dimissioni, Marco Locorotondo per la guida dei settori Lavori Pubblici, edilizia scolastica, energia, impianti e global service teatro sino alla data delle dimissioni.

Lo stipendio tabellare annuo ammonta a 43.310 euro e 90 centesimi per 13 mensilità, più “indennità ad personam pari a 14mila euro sulla base della performance individuale certificata dal nucleo di valutazione” e infine “indennità di vacanza contrattuale su base annua per 314,70 euro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energeko, arriva Lacinio. Ai dirigenti extra, indennità di 14mila euro

BrindisiReport è in caricamento