Cronaca Strada della Torretta

Nuovi alloggi popolari per 50 famiglie al quartiere Paradiso: ecco il progetto

Cinquanta alloggi popolari, distribuiti in quattro nuovi stabili che sorgeranno in via Torretta al rione Paradiso e il contestuale abbattimento degli ultimi caseggiati ancora abitati di Parco Bove. Questo è quanto prevede il progetto definitivo, relativo alla realizzazione delle nuove case comunali e presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa

BRINDISI - Cinquanta alloggi popolari, distribuiti in quattro nuovi stabili che sorgeranno in via Torretta al rione Paradiso e il contestuale abbattimento degli ultimi caseggiati ancora abitati di Parco Bove. Questo è  quanto prevede il progetto definitivo, relativo alla realizzazione delle nuove case comunali e presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Palazzo Nervegna dal sindaco Mimmo Consales, Il tavolo della conferenza-20dall’assessore ai Lavori Pubblici, Cosimo D’Angelo e dal responsabile comunale Gaetano Padula. 

I nuovi appartamenti, che saranno costruiti precisamente in corrispondenza delle attività commerciali nella zona già sopra citata, saranno di varie tipologie e di dimensione compresa tra i 45 e 95 metri quadrati. Case in classe energetica A, con pannelli solari sui terrazzi e prive di barriere architettoniche, alcune delle quali, tra l’altro,  (quattro in totale, una per edificio), realizzate per essere accessibili e visitabili da disabili e anziani. 

A ciò, va aggiunto, che tutte saranno dotate di cappotto termico per la coibentazione invernale (sistema per limitare le dispersioni di calore, ndr).

Il tutto verrà a costare 5 milioni e 900mila euro, di cui 4 milioni e 900mila risultano essere finanziamenti statali e regionali, mentre un milione sarà versato dal Comune di Brindisi attraverso un  mutuo contratto prima dello sforamento del patto di stabilità e quindi già disponibile. 

case popolari paradiso_2-2Secondo quanto appreso, inoltre, i nuovi appartamenti saranno messi immediatamente a disposizione delle 28 famiglie che, in condizioni poco consone, ancora vivono nelle abitazioni di Parco Bove.Le altre 22 famiglie verranno selezionate in base alla graduatoria, su cui il Comune dovrà effettuare prima le dovute verifiche. 

Adesso il progetto approderà in giunta, così da avviare successivamente il bando di gara che, come ha tenuto a precisare Consales, “sarà incentrato non solo sul ribasso d’asta che non potrà essere annullato da eventuali varianti in corso d’opera, ma soprattutto sulle migliorie relative all’intervento”.

“Con questo progetto – ha affermato Consales – di cui oggi abbiamo illustrato i dettagli, porremo finalmente fine all’emergenza abitativa relativa ai caseggiati di Parco Bove. Con la gara d’appalto selezioneremo una ditta che  piuttosto che fare l’offerta più bassa, si impegni a realizzare prima di tutto appartamenti di qualità. Ci tengo a dire che come amministrazione comunale abbiamo ripreso a correre, vogliamo andare avanti per risolvere i problemi della città e questo progetto ne è una dimostrazione.  Mi auguro che, con tutte le forze politiche di maggioranza con cui mi confronterò nei prossimi giorni, si pensi a lavorare in questo senso, lontani dai giochi politici.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi alloggi popolari per 50 famiglie al quartiere Paradiso: ecco il progetto

BrindisiReport è in caricamento