menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il punto dell'agguato

Il punto dell'agguato

Agguato in un condominio di S.Elia: un ferito. Esplosi cinque colpi

Il fatto attorno alle 14,30 in via Benvenuto Cellini. Polizia e carabinieri sul posto. I killer nascosti presso l'auto della vittima

BRINDISI - Ferimento all'ingresso di un'area condominiale, attorno alle 14,30 odierne, in via Benvenuto Cellini, poco distante dall'incrocio con viale Caravaggio al quartiere S.Elia. La persona presa di mira è un 44enne, già trasferito in ospedale, Francesco Greco. Sul posto si sono subito diretti nibbio e volanti della questura, investigatori della Squadra mobile e del Nucleo investigativo dei carabinieri con il maggiore Pasquale Ferrari, e la polizia scientifica. Per le indagini procede la Polizia di Stato. 

Video: i rilievi della Scientifica

Gli investigatori hanno immediatamente cercato testimoni oculari dell'agguato, sia nel condominio dove è avvenuto il ferimento, che nei pressi, per ricostruire le dinamiche del fatto. L'arma impiegata è una pistola semiautomatica, a giudicare dai cinque bossoli recuperati. Sulla base dell'identità della persona ferita, sarà anche possibile intuire se ci si trovi di fronte ad una ripresa della lotta tra due gruppi rivali o se si tratta di un episodio legato ad altre vicende.

Agguato condominio via Cellini (3)-2

Stando agli elementi raccolti, gli autori del ferimento erano appostati all'interno del condominio, dietro un angolo, aspettando che il loro bersaglio fosse a tiro. Gli spari quando la vittima designata si trovava tra l'ingresso della palazzina e la sua auto, una Atos. Poi la fuga, mentre qualcuno chiamava i soccorsi. Una segnalazione è giunta persino al centralino dei vigili del fuoco. Proprio sull'auto di Francesco Greco sono puntate le telecamere di sorveglianza che potrebbero risultare utili alle indagini.

Spari Francesco Greco-2

Indagini vicine alla svolta

Nel pomeriggio gli uomini della Squadra mobile al comando del vicequestore Antonio Sfameni hanno perquisito dei box auto al rione Sant'Elia. Uno di questi è stato aperto con l'ausilio dei vigili del fuoco. A quanto pare le indagini sono vicine a una svolta. Le forze dell'ordine, infatti, hanno le idee chiare sul movente e sull'autore del gesto e sono sulle sue tracce. 

Greco, intanto, non versa in gravi condizioni. L'uomo, ricoverato al Perrino, è stato sottoposto  a degli accertamenti clinici volti ad appurare l'eventuale presenza di fratture causate dal proiettile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento