menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto QuiMesagne.it

Foto QuiMesagne.it

Nuovo assalto a un ufficio postale: pistola alla tempia di una impiegata

Due banditi con volto coperto da casco rapinano la sede delle Poste Italiane di via Nino Bixio, nel centro di Mesagne.

MESAGNE – Gli uffici postali tornano nel mirino della malavita. Dopo il colpo da 45mila euro perpetrato lo scorso 4 luglio ai danni della sede distaccata di San Donaci, stamani è stata assaltata quella di via Nino Bixio, nel centro di Mesagne.

Due banditi con volto coperto da casco, di cui uno armato di pistola, hanno assaltato l’attività intorno alle ore 10. L’arma è stata puntata alla tempia di una dipendente, alla quale è stato intimato di consegnare ai banditi i soldi custoditi nel registratore di cassa, per un alore complessivo pari a circa 5mila euro. L’azione, rapidissima, si è consumata davanti agli occhi dei clienti.

Una volta arraffato il bottino, i rapinatori sono fuggiti a bordo di uno scooter. Sul posto si sono recati i carabinieri della locale stazione. Il personale del 118, giunto sul posto a bordo di un’ambulanza, ha prestato soccorso alle persone che hanno assistito alla rapina. Per loro solo un grande spavento, ma nessuna conseguenza fisica. 

Le immagini riprese dalle telecamere sono al vaglio degli investigatori. Si indaga per appurare se possa esserci un collegamento con la rapina ai danni dell’ufficio postale di San Donaci, anche se il modus operandi è diverso. A San Donaci, infatti, entrarono in azione quattro individui armati di fucile, a bordo di un’Audi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento