Nuovo attentato incendiario a Carovigno: nel mirino l'auto di una cuoca

In fiamme una Fiat Punto in uso anche al marito e ai due figli della proprietaria. Il rogo è stato spento dai vigili del fuoco. Rilievi effettuati dai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni

CAROVIGNO – La tanica trovata sotto all’auto fuga ogni dubbio. E’ di chiara origine dolosa l’incendio che la scorsa notte (fra giovedì 16 e venerdì 17 agosto) ha investito una Fiat Punto parcheggiata nella periferia di Carovigno, nei pressi della strada per San Michele Salentino. Le fiamme sono state appiccate poco dopo la mezzanotte.

La macchina, di proprietà di una cuoca (incensurata) del posto, è in uso anche al marito e ai due figli della stessa, uno dei quali lavora come custode presso un parco acquatico. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco del distaccamento di Ostuni e i carabinieri del Norm della compagnia di San Vito dei Normanni al comando del tenente Alberto Bruno. Il rogo ha danneggiato il cofano e il vano motore della macchina.

Una volta domato l’incendio, i pompieri hanno rinvenuto la tanica, contenente residui di liquido infiammabile. Il movente del gesto è da appurare. I militari hanno acquisito le immagini riprese dalle telecamere installate in zona. A Carovigno, così, si registra un nuovo attentato  incendiario, dopo un periodo di quiete. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

  • Coronavirus, alto il numero dei decessi in Puglia: sono 52

Torna su
BrindisiReport è in caricamento