Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Nuovo incendio nell'ex deposito di rifiuti speciali dell'Alfa Edile

Un nuovo incendio si è verificato all'interno dell'ex deposito di rifiuti speciali di Alfa Edile, nella zona industriale di Brindisi, alle spalle della sede della Stp. Sul posto si sono recati cinque mezzi dei vigili del fuoco

BRINDISI – Un nuovo incendio è verificato all’interno dell’ex deposito di rifiuti speciali di Alfa Edile, nella zona industriale di Brindisi, alle spalle della sede della Stp. Sul posto si sono cinque mezzi dei vigili del fuoco, oltre agli agenti della polizia municipale. Nell’area ci sono ancora dei rifiuti (a quanto pare risparimati dalla combustione) ricoperti di terra e sterpaglia andata a fuoco. L’origine del rogo, domanto tempestivamente dai pompieri, è ancora da appurare. Sul posto si è recato anche personale dell'Arpa, il quale sta cercando di risalire all'attuale proprietario del terreno. 

Le fiamme hanno cominciato a prendere consistenza intorno alle ore 16. Dopo oltre due ore dalla prima richiesta di intervento, sul posto si trovavano ancora 15 pompieri, con sei mezzi. Il rogo infatti, come detto, è stato domato rapidamente, ma occorrerà del tempo per mettere l'area in sicurezza e scongiurare il pericolo che possano accendersi nuovi focolai. 

Dal direttore di Arpa Puglia, Massimo Blonda, si apprende che il vento soffiava verso il mare e quindi al momento non vi è il rischio che eventuali sostanze inquinanti sprigionate dalla combustione possano costituire una minaccia per i residenti dei quartieri limitrofi. Ancora non si conoscono gli esiti dei primi rilievi ambientali effettuati dagli specialisti. Intorno alle ore 19,50, anche una pattuglia di poliziotti della Sezione volanti ha raggiunto il deposito per avere un quadro della situazione. 

Stando ai dati elaborati dal Centro regionale aria dell’Arpa Puglia, le centraline presenti nella zona industriale non hanno evidenziato criticità ambientali. Da quanto appreso, si sono sviluppati più focolai in punti diversi del deposito. Questo lascia pochi dubbi sul fatto che anche questa volta dietro all’incendio ci sia la mano degli incendiari. 

L’Arpa nella giornata di domani inoltrerà un’informativa sull’accaduto alle autorità competenti, fra cui la procura della Repubblica di Brindisi, e attiverà le procedure del caso per la messa in sicurezza dell’area. Perché nonostante i vari incendi appiccati negli ultimi anni all’interno della discarica, non si è mai fatto nulla per bonificare i terreni, che continuano a ospitare rifiuti speciali. La questione verrà affrontata con l’amministrazione comunale e il curatore fallimentare al quale è stato affidato il deposito, dopo il fallimento dell’Alfa edile. 
 

I precedenti. Questo è almeno il quarto incendio che si sviluppa nell'ex deposito, posto per anni sotto sequestro. Particolarmente vasto fu Incendio all'ex deposito dell'Alfa Edile, i vigili del fuoco sul posto-2quello del 10 luglio 2012, quando una fitta colonna di fumo denso e maleodorante venne avvistata a grande distanza. L’rea acre irritava la gola e le vie respiratorie. Toccò ancora una volta ai vigili del fuoco e agli uomini della Protezione civile comunale risolvere il problema. Le fiamme cominciarono a divampare alle prime luci del giorno.

Nel pomeriggio, a causa delle concentrazioni molto elevate di diossina e polvere sottili Pm 10, il sindaco Consales fu costretto  a emettere un'ordinanza con cui dispose lo sgombero di abitazioni private ed aziende di contrada Piccoli e la raccomandazione a restare chiusi in casa ad anziani, bambini e portatori di patologie respiratorie del rione La Rosa.

Il precedente incendio risale al 30 dicembre 2010. Accorsero due autopompe dei vigili del fuoco, ma la situazione fu presto risolta perché le fiamme non erano riuscite a penetrare la coltre di terriccio e materiale di risulta sotto cui si trovavano ancore parecchie tonnellate di rifiuti incombusti. Forse perché era inverno e l'erba ed il terreno erano umidi. Il primo rogo avvenne invece nel 2008. 

Aggiornato alle ore 21,02

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo incendio nell'ex deposito di rifiuti speciali dell'Alfa Edile

BrindisiReport è in caricamento